L’Erede della Luce di Luca Rossi – RECENSIONE

3 Agosto 2019 0 Di Rosalba
Book Cover: L'Erede della Luce di Luca Rossi - RECENSIONE
Parte di I Rami del Tempo series:

Carissimi Book Lovers, la recensione di oggi è sul secondo volume della serie I rami del tempo di Luca Rossi dal titolo L’erede della luce – Lo ha letto per noi Roberta, leggete la sua recensione.

 

Dopo essere tornata indietro nel tempo per salvare l'isola di Turios e ricucire il tessuto temporale, Lil, in fin di vita, viene curata nell'antico villaggio dei suoi avi, la cui ribellione scatena la pesante rappresaglia dell'esercito reale. Rimasta sola e separata dalla sacerdotessa Miril, sua guida e compagna, si trova di fronte a una scelta impossibile: rinunciare alla propria vita e a quella di tutti gli abitanti del suo mondo salvando i rivoltosi o assistere impassibile al loro sterminio. Intanto Miril tenuta prigioniera nel Palazzo Reale dei nemici, dove tutti i suoi poteri sono inefficaci contro una magia ben più antica e potente della sua, e dove, per riguadagnarsi la libertà, dovrà superare una serie di prove mortali nelle quali il pericolo maggiore è rappresentato da se stessa. Nel futuro, la bellissima regicida Milia attende mestamente la sua esecuzione nel regno stravolto dai cambiamenti della regina Aleia, capace in poco tempo di ridare lustro e importanza al trono e conquistare il popolo. La nuova Isk, però, è minacciata dagli sconvolgimenti messi in moto dal mago Aldin, tanto da costringere la sovrana a guidare una pericolosa spedizione nel passato. Le modifiche temporali scatenano tuttavia degli effetti sempre diversi, portando Lil a spingersi ben oltre il limite nell'utilizzo dei suoi poteri magici, al punto da abusarne e attirare persino l'attenzione di chi detiene il potere assoluto sull'evoluzione dei pianeti. Nel nucleo centrale del governo della Federazione dei Mondi, il Presidente Molov non perde tempo a decretare la più grave delle punizioni per chi si è reso colpevole dell'uso di un potere che si credeva scomparso da millenni.

 

 

 

Eccomi qui oggi a parlarvi di questo strepitoso libro fantasy. “L’erede della luce” è il secondo volume dopo “I rami del tempo” e come nel primo caso, anch’esso mi è piaciuto molto.

La storia a differenza del primo volume diventa sempre più ingarbugliata via via che le pagine vanno scorrendo, ma lo scrittore, Luca Rossi è straordinario nel non far confondere.

La sua dimestichezza nel passare da un mondo all’altro, da un tempo all’altro e da un personaggio all’altro, senza mandare il cervello in tilt, è qualcosa di veramente straordinario.

I personaggi, Miril e Lil, sono la raffigurazione perfetta di come io vedo la donna: delicata, sensuale, forte e determinata. Entrambe hanno dalla loro parte la complicità e la forza dell’amore, cose che riescono a farle arrivare aldilà persino della loro stessa immaginazione.

Gli spazi temporali sono affascinanti, per chi ama il genere, e i mondi in cui vanno a finire le protagoniste sono descritti in un modo così chiaro e limpido, che vi sembrerà di essere lì anche voi.

Ancora una volta la cosa che più mi piace di questo libro è la metafora che crea lo scrittore per farci arrivare un messaggio importante e sempre attuale in qualunque epoca: l’amore, l’onestà e il coraggio, erano, sono e saranno per sempre alla base di tutto.

Complimenti ancora e ancora a Luca Rossi per avermi fatto vedere le stelle e fatto fare una gran bella passeggiata nello spazio!!

 

Casa editrice:
Autore:
Genere:
Tags: