Single di RJ Scott – RECENSIONE

13 Settembre 2020 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Single di RJ Scott - RECENSIONE
Parte di Papà Single series:
  • Single di RJ Scott - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Barbara ci parla del romanzo di RJ Scott "Single", primo volume della serie "Papà single", edito dalla casa editrice Love Lane Books Ltd - Leggete la sua recensione.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Single
  • Autore: RJ Scott
  • Serie: Papà single #1
  • Data di Pubblicazione: 20 Settembre 2019
  • Genere: Romanzo Rosa
  • Casa Editrice: Love Lane Books Ltd
  • Pagine: 248
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Ancora abbattuto per l’abbandono da parte dell’uomo che credeva di amare, cosa farà Ash quando si trova da solo con la figlioletta appena nata?

Determinato a costruirsi una famiglia e a concludere il percorso di gravidanza surrogata che aveva cominciato insieme al suo ex, quando Ash porta a casa la neonata Mia si ripromette di diventare il miglior papà del mondo. Niente può distoglierlo dal suo dovere autoimposto, nemmeno l’improvviso e vivo interesse che sembra nutrire verso il nuovo vicino. Tra la sfida di resistere all’attrazione sempre più forte che lo trascina verso Sean e vecchie e dolorose dispute familiari, Ash dovrà imparare che l’amore è l’unica cosa che davvero conta.

Quando il medico del pronto soccorso Sean si trasferisce insieme ai suoi amici nella villetta accanto a quella di Ash, giovane padre single e molto sexy, l’amore lo investe con una forza tale da lasciarlo senza fiato. Insieme i due uomini trascorrono momenti impregnati di sensualità, ma Ash è chiaro fin dall’inizio: nel suo cuore non c’è spazio per nessuno tranne la figlia. Allora perché Sean sembra essere l’unico che riesce a vedere quanto in realtà l’uomo sia spaventato, e come farà a dimostrargli che il suo unico desiderio è che loro tre diventino una famiglia?

 

Asher, un giovane ma determinato ragazzo gay, pensava di aver superato tutti gli ostacoli della sua vita e di poter finalmente avere una famiglia tutta sua. Con il compagno Darius decidono di avere un figlio da madre surrogata e di trasferirsi a San Diego per stare vicini al lavoro, ma quando arriva il momento di fare i genitori, Darius si spaventa e scappa, lasciando Asher a fare il” papàgay” Single. In questo modo Ash si trova da solo, in una città sconosciuta, in una casa enorme, con Mia, una neonata che necessita di tante attenzioni e lui è deciso a non farle mancare nulla, vive per amore di quella piccola creatura. I primi tempi sono molto difficili, non è facile districarsi tra pannolini, tutine, biberon ogni quattro ore, ruttini, ecc…ma Ash è determinato e vuole a tutti i costi la sua famiglia, ma non ha nessuna intenzione di lasciare che un altro uomo possa entrare nella sua vita, deve proteggere Mia e basta.

Ma una notte un ragazzo ubriaco bussa alla sua porta, gli vomita nel giardino e come ciliegina sulla torta sveglia Mia…cosa imperdonabile. Eric, l’intruso, ha sbagliato casa di una sola porta e questo sarà per lui l’occasione di conoscere i suoi tre sexy vicini che poi scopre essere gay. La sua attenzione cade su Sean, un bel ragazzo che lavora al pronto soccorso dell’ospedale e che sembra molto determinato a fare la sua conoscenza…non lo ferma nemmeno sapere che ha una figlia, anzi, questo lo rende più interessante. Ash non è intenzionato a far entrare nella sua vita nessuno…ma Sean, con la sua semplicità, dolcezza e determinazione riesce a conquistarlo, anche perché sa che per arrivare al suo cuore deve passare prima per la sua ragione di vita, Mia.

Le storie di papà single mi fanno sempre tenerezza e mi fa scoppiare il cuore d’amore. Non importa che sia gay o etero, l’amore per i figli non ha sesso, ma è immenso. Questo è ciò che si può leggere tra le righe di questo racconto. Molto coinvolgente, delicato, impattante e a tratti divertente. Mi sono innamorata di tutti i personaggi, protagonisti e no. Certo, un poliziotto, un pompiere e un medico nella stessa casa farebbero impazzire gli ormoni a chiunque! Sembra un cliché ma non è quello a cui devi fare attenzione…ma ben sì alle varie sfaccettature dell’amore ed al senso di appartenenza alla famiglia.

“Nel mio cuore non c’è spazio…”

“Sì che c’è. Anche se fosse solo un angolino accanto a Mia e alla tua famiglia, andrà bene per me. Non vi porterò via niente. Ti giuro che renderò le vostre vite più complete e ci sarò sempre per te.(…) Farò personalmente i raggi X al primo ragazzo con cui uscirà. O magari dirò allo zio Leo di arrestarlo e sottoporlo al terzo grado. E mi assicurerò che il primo giorno di scuola stringa la mia mano, mentre tu le tieni l’altra, e quando le chiederanno chi sono i suoi papà, spero con tutto il cuore che risponderà che siamo noi due.”

Aspetto con molta ansia le storie di Eric, il pompiere e di Leo, il poliziotto.