La piccola Parigi di Massimiliano Alberti – RECENSIONE

16 Agosto 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: La piccola Parigi di Massimiliano Alberti - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi porto la recensione del romanzo di Massimiliano Alberti "La piccola Parigi", edito dalla casa editrice Infinito Edizioni.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: La piccola Parigi
  • Autore: Massimiliano Alberti
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 19 Novembre 2020
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Infinito Edizioni
  • Pagine: 206
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Un omaggio a una delle tante perle che, nel corso della storia, la regina della Senna ha "nascosto" nei sobborghi di molte metropoli europee. Vicoli stretti, costruzioni basse e rustiche. Proprio come a Montmartre, nel grembo della bella e unica Trieste tante piccole case sorgono accatastate una vicina all'altra, in un'area che ricorda lo spirito Bohémien ma senza le notti del Moulin Rouge o de Le Chat Noir. Niente Cancan. Storie di sola gente e di gente sola, in questo luogo. Talvolta di andate e di ritorni. Di calzini appesi accanto al fuoco e di corti umide. Storia d'amore e d'amicizia. Di Lorenzo e di Marie Jeanne. Del matto Willy Boy e dei suoi "pen pen" urlati al cielo. Di Tullio e di Christian. Di gatto Benny e gatta Maria. Della Dea Incantatrice e Assassina: la Brown Sugar. Storia di mamma Rosalia. Di una carta da gioco appiccicata su di un muro in una viuzza nascosta. E di un rione ormai dimenticato fra nuovi e sovrastanti palazzi. Benvenuti nella Piccola Parigi. "Non state sognando, esiste realmente...!". (Brigitte Bardot) Parte dei diritti d'autore derivanti dalla vendita di questo libro sono devoluti in beneficienza a "Il Gattile" di Trieste.

 

 

"Alcune parole le tieni nel cuore fino a quando poi esplodono..."

Siamo a Trieste in un piccolo borgo Fedrigovez, quartiere de La piccola Parigi, qui inizia la storia di Lorenzo e dei suoi amici, una storia divisa in tre parti.

Lorenzo è un ragazzo genuino, buono, e ha un sogno nel cassetto, quello di diventare architetto. Conoscerà i suoi amici Christian, Tullio e Willy, le vicende della sua vita dai bei momenti ai lutti, avverranno in questo luogo che diventa una pietra miliare, sempre immutabile, ma con intorno la vita che accade.

Ci sono tre voci narranti, ognuno di loro ci racconterà le difficoltà che la vita presenta, di come troveranno la forza per affrontarle.

Molti sono i personaggi che conosceremo, alcuni molto importanti nella vita di Lorenzo. Descrizioni minuziose che ci trasportano nelle meraviglie di una città che non ho mai visitato, ma che grazie alla scrittura ricercata e approfondita dello scrittore si riesce ad immaginare perfettamente.

Questa è una storia familiare, che ci fa vivere emozioni diverse man mano che si legge, una storia sofferta che entra subito dentro, una lettura emozionante, sono subito entrata in sintonia con Lorenzo e con le sue sensazioni. Ogni pagina riesce a coinvolgere completamente il lettore e i colpi di scena lasciano con il fiato sospeso.

Ci ritroviamo, a mio avviso, a leggere un romanzo introspettivo che alla fine ci lascia alcune lezioni di vita: vivere intensamente la propria vita e combattere per raggiungere gli obiettivi che ci si pone. 

L'autore è riuscito veramente a coinvolgermi in questo romanzo originale e costruito molto bene, dove i luoghi di crescita dei protagonisti vengono valorizzati e resi parte fondamentale della vita di ognuno di loro. Non posso che consigliarlo e ringraziarlo per avermi di nuovo catturata con la sua meravigliosa scrittura, già apprezzata con l'altro suo romanzo "L'Invitato". (Recensione QUI)

"Poco dopo udii la voce di una donna che sgridava dei bambini, sorrisi e capii che la felicità non si trovava nel luogo, ricco o umile che sia, ma dentro le case".

 

 

 

L'Autore

Massimiliano Alberti nasce a Trieste nel 1979, in quel cantuccio di terra cosmopolita che ha fatto da arena a molti scrittori. Assunto presso un’importante azienda del mondo del caffè, è proprio il lavoro a portarlo a coltivare la passione per i libri e la scrittura. Nipote dello scultore Tristano Alberti, cresce fra i bozzetti, i quadri e le statue del nonno. L’influenza artistica lo incoraggia a scrivere e così nasce il suo romanzo d’esordio, L’invitato (Infinito edizioni, 2018).
Per informazioni e contatti: www.massimilianoalberti.com
Facebook: Massimiliano Alberti

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: