Vascelli di carta di Sergio Martini – RECENSIONE

25 Febbraio 2022 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Vascelli di carta di Sergio Martini - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo di Sergio Martini "Vascelli di carta", in collaborazione con la casa editrice Felici Editore.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Vascelli di carta
  • Autore: Sergio Martini
  • Data di Pubblicazione: 5 Novembre 2020
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Felici Editore
  • Pagine: 208
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Francis Martin è un giovane apprendista inviato, per il suo primo servizio giornalistico, a una fiera del bestiame che si tiene sull'isola di Saint Léonard. Raggiunta quest'ultima, Francis non trova alcuna indicazione ma, anzi, l'ostilità iniziale degli abitanti. Accetta, così, l'aiuto d'un singolare personaggio: Sigmund, pilota di dirigibili. Inizia così un'avventura in un luogo senza tempo che sembra partorire esistenze e storie stravaganti e immaginifiche. E dunque lo Scultore di Difetti, la soffitta delle persone rotte, la Cerchia degli Ambiziosi. E ancora il cimitero delle meditazioni, i due capitani di vascello, il pugile smilzo e la ragazza del Pontile 27; in un labirinto che sembra riportarci sulle orme di Alice e di Gulliver o di certi straniati mondi letterari nati dalle penne di un Bioy Casares e di un reverendo Abbot. Una vertigine reale come sono alle volte i sogni, gli incubi e, di più, la follia quando tenta di dare un senso risarcitorio alla vita, alle sue interruzioni, alle sue sconfitte. Vascelli di carta finisce per disegnare, così, un pellegrinaggio nell'inconscio alla ricerca di un sé dove, come in una matrioska, sanno celarsi i mille volti di un giovane uomo che, nel suo ultimo viaggio interiore, perde se stesso.

 

Giunge nell'isola a Saint Leonard, Francis, per una fiera. A lui è stato dato l'incarico importante di un servizio giornalistico, la sua prima esperienza. Non sa dove si trova ne dove andare e nessuno è disposto a dargli indicazioni, solo uno si propone, non sembra rassicurante, ma non avendo scelta si fa accompagnare.

Sigmond un'aviatore lo deve condurre a destinazione ma la direzione cambia ripetutamente con scenari surreali o immaginari, niente e nessuno è per caso, un pontile con il numero 27 dove c'è Lei, una donna che lui contempla e ne rimase invaghito, ma la meta ancora non arriva. Man mano le indicazioni sono strane, attraversano luoghi alquanto grotteschi dove ci sono case con persone "rotte" che attendono di stare meglio, stando supini con un lenzuolo addosso, altri cerchi di persone ambiziosi, un porto dove galleggiano vascelli di carta, inspiegabile questo percorso e interminabili le direzioni.

Quindici volte a sinistra e sette a destra, un tour che appare a Francis molto curioso, situazioni intricate, nulla è casuale, il suo servizio giornalistico attende la fiera del bestiame, è quello che era venuto a fare, ma hanno allungato la strada e tergiversato, è il tragitto pieno di eventi assurdi con il suo accompagnatore abbastanza singolare, a Saint Leonard si può tutto, anche toccare quasi il cielo con un giro sul dirigibile.

E' un inviato per intervistare e si ritrova protagonista di avventure, la realtà talvolta è solo un fastidioso dettaglio, segni profondi che portano a un viaggio introspettivo senza maschera, guardandosi dentro, cogliendo i particolari. Dall'inizio non era il mio modello di lettura, avventura, stranezze di cose e fatti, ma non ho lasciato che gli occhi leggessero solo quello, continuando ho capito che nulla è come sembra, mi ha avvolto. La falsa realtà non è una soluzione ma è molto più bello se il suo intento è quello di aiutare, non sembra anche a voi?

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: