Un pò troppo vicini di Flora A. Gallert – SEGNALAZIONE

11 Gennaio 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Un pò troppo vicini di Flora A. Gallert - SEGNALAZIONE

Carissimi Book Lovers, torna Flora A Gallert, questa volta con una penna ironica e allo stesso tempo passionale "Un pò troppo vicini". Pronta a gettare benzina su una coppia talmente sbilanciata da risultare comica ma che sa incastrarsi alla perfezione, come se i due fossero gli ultimi pezzi mancanti dello stesso puzzle.

 

Scheda Tecnica

  • Genere: Contemporary Romance Autoconclusivo
  • Data di pubblicazione: 11 Gennaio 2021
  • Prezzo lancio ebook: €0,89
  • Prezzo definitivo ebook: €1,49 – Gratis con Kindle Unlimited
  • Disponibile su Amazon e Kindle Unlimited
  • Formato ebook e cartaceo
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Un DJ che ama la vita notturna e il casino. 

Una psicologa che aspira ad avere una vita perfetta e ordinaria. 

Cos'hanno in comune due mondi così diversi? Semplice: un pianerottolo che invece di dividere i loro appartamenti, finisce per diventare lo scenario perfetto per liti, scontri, ma anche per dichiarazioni di pace e per chiedere favori dell'ultimo minuto. Perché, si sa, i vicini è meglio tenerseli stretti. Soprattutto se sono belli, sexy e hai appena scoperto che sanno baciare divinamente, e non solo. 

Ma se a un certo punto lei gli chiedesse di cambiare, anche solo per poche ore? Fingersi un'altra persona non sarà un grosso problema per lui, il vero dramma sarà scoprire di non essere mai stato abbastanza per la donna di cui, tra una lite e un bacio, senza rendersene conto, si è perdutamente innamorato... Cosa accadrà? 

 

Estratto

“Alla mia vicina… una donna dai mille controsensi. Che attacca il prossimo, ma in fondo è dolce. Che è un po’ bambina e un po’ donna, un po’ sexy e un po’ infantile…”.

“Ehi, io non sono infantile” dice, ma sta sussurrando e io mi sto avvicinando a lei senza neppure rendermene conto.

Sorrido.

“Lo vedi?” sono a un millimetro dalle sue labbra. Il suo odore è buonissimo. “Io ti sto per baciare e tu ti preoccupi delle cazzate che sto sparando…”.