Un istante di solitudine di Antonio Francesco Massafra – RECENSIONE

23 Luglio 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Un istante di solitudine di Antonio Francesco Massafra - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi porto la recensione del romanzo d'esordio di Antonio Francesco Massafra "Un istante di solitudine", in collaborazione con la casa editrice Sperling & Kupfer.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Un istante di solitudine
  • Autore: Antonio Francesco Massafra
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 29 Giugno 2021
  • Genere: Narrativa
  • Casa Editrice: Sperling & Kupfer
  • Pagine: 132
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Il dolore ha una fine, ma l'amore?

Iris non e  una ragazza come le altre. Trascorre le giornate a leggere romanzi, comunica con un vecchio Motorola senza accesso a internet e non potrebbe essere più diversa dall'unica amica che abbia mai avuto, Ambra. Timida e riservata, preferisce stare in disparte e l'unico modo che ha per esprimersi è scrivere. A casa l'indifferenza tra i suoi genitori, Soraya e Oscar, e ormai un'abitudine che fatica ad accettare, come difficile e  sopportare i loro silenzi assordanti, l'assenza del padre e i suoi scatti di rabbia.
Quando Iris compie diciotto anni, però, l'incontro con Chantal cambia ogni cosa: l'offerta di entrare a far parte della Confraternita, la storica e misteriosa rivista della scuola, è l'occasione per farsi notare e dare una scossa alle sue giornate. Nel nuovo gruppo di compagni, René cattura la sua attenzione: taciturno, con il vizio del bere e la passione per la poesia. Iris con lui sente per la prima volta le farfalle nello stomaco e si trova a chiedersi se anche Soraya abbia mai provato per qualcuno quello che lei sta sentendo ora.
La risposta è contenuta in un vecchio quadernetto rosso che la madre conserva gelosamente in fondo a un cassetto: il racconto di una vita che le sembra di non conoscere, una storia d'amore fatta di baci rubati a un destino già scritto, un segreto nascosto che cambierà la vita di Iris per sempre.

 

"Il cambiamento il più delle volte, non arriva quando pianificato. Irrompe come una tempesta, stravolge la tua rotta e, una volta dissoltasi nell'azzurrognolo del cielo, ti fa scorgere in lontananza la spiaggia promessa"

Iris ha diciassette anni ma, a differenza delle sue compagne, si trova ad essere più isolata, diversa, a causa di una situazione familiare che la destabilizza e la porta a sentirsi inferiore. Ha un cellulare Motorola che non le consente di stare sui social e quindi a stare al passo dei suoi compagni. Ma non si lamenta, Iris si nutre di libri, di letteratura, sono queste le cose che la fanno stare bene. Ama scrivere, non si cura di ciò che le manca, anche se a volte vorrebbe essere come le altre ragazze della sua età.

Soraya, la madre, non fa nulla per cambiare quella situazione. Eppure anche lei ne soffre, anche lei vorrebbe che le cose andassero diversamente. Ma ci ritroviamo a leggere del suo passato e a capire quello che ha vissuto. Un diario che tiene gelosamente nascosto, contiene la verità, contiene le risposte alle tante domande che Iris si pone, ma che non hanno mai trovato risposte.

In queste pagine ci ritroviamo a vivere la vita sia di Iris che della madre, ma anche di personaggi come Renè e Chantal, anche di loro conosceremo la sofferenza che la vita gli ha inferto e capiremo molte cose.

"Scrivere è legittima difesa contro le armi del tempo"

Quello che si presenta è la storia della vita, chi vive bene grazie ad una vita agiata e con genitori affettuosi, chi si trova a subire una perdita troppo dolorosa, che vive in un limbo, ferma ad aspettare cosa ne sarà del proprio futuro. Eppure in queste pagine c'è la vita, quella di ognuno di noi, dei problemi che si incontrano durante il percorso, quello che si vive tra i banchi di scuola.

L'autore utilizza una prosa diretta, a mio avviso, che riesce a farsi strada nel cuore del lettore catturandolo irrimediabilmente. L'introspezione dei personaggi, la ricerca interiore per riuscire a capire se stessi, mi ha fatto molto riflettere.

Ho sofferto con Iris, ho cercato di capire Soraya e le sue scelte, a volte non le ho condivise, ma è stato impossibile non farsi toccare dal suo dolore. In ogni storia mi è arrivato qualcosa, le emozioni sono state tante e contrastanti e poi la poesia è stata veramente la ciliegina sulla torta. Versi delicati ma al contempo forti, a volte sembravano sussurri nel vento, scritti alla fine di quasi ogni capitolo. Perfetti per sottolineare emozioni trasmesse in quelle pagine. Non posso che consigliarvelo.

Un'ode alla quiete era la vita
di Iris.
Sulla sabbia non lasciava
orme
e camminava evitando fiori.

Elogio al caos era la sua
Anima.
Un fiammifero in una
polveriera,
un fulmine che schianta
i vetri.

 

 

L'Autore

  • ANTONIO FRANCESCO MASSAFRA

    Ha 24 anni. Nel tempo libero divora romanzi, poesie e saggi e scrive ogniqualvolta ne sente l'esigenza. Nato e cresciuto a Manduria, spesso racchiude l'essenziale in una valigia per rincorrere l'ispirazione lontano dalla provincia.

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: