Trenta Lettere per (Ri)innamorarti di Me di Cristina Sannino – RECENSIONE

15 Novembre 2019 0 Di Rosalba
Book Cover: Trenta Lettere per (Ri)innamorarti di Me di Cristina Sannino - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo di Cristina Sannino “Trenta lettere per gli (ri)innamorarti di me”, il libro conta poche pagine sono quasi cento, ma vi posso garantire che sono pagine intense - Venite a conoscere Giulia e la sua storia d'amore.

 

«Non avrei mai potuto dimenticare il tuo compleanno. Qualsiasi cosa tu stia facendo, mollala all'istante. Corri al Belvedere, al centro della piazza troverai il mio regalo.» Cos'è la memoria? Quella che sembra una domanda banale in realtà ha più di una risposta e nessuna di esse è banale. Tramite la memoria decidiamo quali lezioni imparare e quali errori possiamo perdonare. Tramite la memoria insegniamo ai nostri figli quali sono i valori da apprezzare, quali i difetti da evitare e quali i pregi da ricercare. Tramite la memoria miglioriamo la nostra specie umana, applicando concetti ancestrali ormai scritti nel nostro DNA. È parte integrante di ciò che siamo. Per quanto sia possibile dimenticare dettagli e situazioni, film, storie, eventi e compleanni, è possibile dimenticare l'amore?

 

 

Giulia ha una piccola libreria e a volte partecipa a delle riunioni sui libri, anche fuori paese. Un giorno mentre andava ad una di queste riunioni ha un incidente dove resta viva per miracolo, ma perde la memoria o meglio non ricorda gli ultimi due anni della sua vita. Da qui cominciano le sue infinite domande mentali, è confusa; al ritorno a casa le arriva una lettera di un ragazzo che le dice che si sono amati e che, anche se erano insieme da poco tempo, il loro era un amore unico e si impegnerà per farle ricordare di loro due.

“Non so dirti quando i nostri sentimenti si sono trasformati, quando i miei occhi hanno iniziato a guardarti in modo diverso.”

Così ogni giorno per trenta giorni Giulia riceve una lettera da questa persona e, nonostante si sforzi, non riesce a ricordare. Trascorsi i trenta giorni, Giulia riuscirà a ricordare?

In questi giorni che trascorreremo con la protagonista vivremo insieme a lei momenti di forte emozione che proverà nel leggere queste lettere, ci trasmetterà il suo amore verso il mare, vivremo pure un dramma: il suo ex che la perseguita, quello che poi le farà sarà un vero e proprio colpo di scena. Ma la realtà che c'è in quello che succede a Giulia mi ha toccata profondamente, la donna non deve essere maltrattata non si può definire amore quello che prova un uomo possessivo all'inverosimile.  Allora ci ritroviamo a soffrire insieme alla protagonista e alla sua famiglia. Ho letto questo libro in pochissimo tempo e mi è piaciuto sin da subito è bellissimo e  impartisce lezioni di vita importanti. Quindi vi consiglio di leggerlo. Grazie Cristina per avermi inviato la copia, soprattutto per avermi trasmesso tante emozioni.

“So solo dirti che da quando non ci sei, non ci sono più io. E se devo aspettarti, io ti aspetterò…ma ti prego torna in te, torna da me.”