Senza amore: Oltre i tuoi silenzi di Stefania Caprino – RECENSIONE

1 Aprile 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Senza amore: Oltre i tuoi silenzi di Stefania Caprino - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Giulia ci parla del romanzo di Stefania Caprino "Senza amore: Oltre i tuoi silenzi", in collaborazione con la casa editrice PubMe, collana Floreale.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Senza amore: Oltre i tuoi silenzi
  • Autore: Stefania Caprino
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 10 Marzo 2021
  • Genere: Romanzo Rosa
  • Casa Editrice: PubMe
  • Pagine: 299
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

«Non avrebbe più lasciato che il suo spirito ardesse di passione per un'altra donna. Lui non poteva amare, perché nessuno gli aveva insegnato davvero come farlo.»

Antonia è una giovane studentessa fatalmente attratta da quel ragazzo tanto introverso e scontroso che lavora con lei, e che sta per laurearsi nella sua stessa facoltà. La sua però non è mera attrazione fisica, è una vera e propria missione per tirare fuori Lorenzo da quella sua bolla di totale indifferenza verso tutto ciò che significhi amare davvero. In fondo, Lorenzo vuole solo proteggersi da quel tipo di ferite che conosce bene e che gli hanno indurito il cuore e il carattere. La paura di ciò che Antonia potrebbe risvegliare il lui lo porta a fuggire per ricostruirsi una nuova vita ad Amsterdam, lontano persino dalla sua famiglia che, dopo l'ultima bravata, pare avergli definitivamente voltato le spalle. Le strade di Antonia e Lorenzo sembrano dividersi per sempre, soprattutto quando nuovi amori coinvolgono entrambi... ma ciò che i due ancora non sanno, è che ad attenderli non c'è solo il loro orgoglio...

 

Questo libro trasmette un messaggio molto forte ovvero puoi odiare la tua famiglia, puoi fare di tutto per essere odiato a tua volta, puoi diventare così marcio che nemmeno tu riesci a capire se sotto tutto quello schifo c'è ancora un qualcosa che potrebbe essere definito umano?

Quando vai ancora più giù del fondo, non vedi niente, non senti niente ma attacchi perché hai imparato sulla tua pelle che l'unico modo per sopravvivere (oltre alle donne, droga e amicizie poco raccomandabili) è questo, specialmente se qualcuno inizia a scavare in mezzo a tutto quello schifo e riporta a galla ricordi e sensazioni che non vuoi più provare, perché dopo una vita passata a lottare, a difenderti, ormai non ti fidi più di nessuno ma la vera domanda è sempre una: vuoi essere odiato o vuoi essere notato?

Un film che amo diceva che se fai le cose una volta è perché sei incosciente, se le fai due è perché non sai cosa significa pericolo, se le fai tre volte è perché vuoi che qualcuno ti veda e ti fermi prima che quella terza volta diventi l'ultima.

Esistono anche i casi (come il nostro) che quella terza volta rischi di essere l'ultima ma neanche così vieni sentito, allora alzi il livello e continui finché non ti importa più di niente e nessuno, nemmeno della tua stessa vita.

Come spesso capita, però, quando sei a terra e tutti ti calpestano, facendo finta di non sentirti arriva una persona che si ferma prima, si china e ti allunga la mano come se fosse ossigeno dopo anni passati in apnea.

Succede anche che il primo impatto passando dall'apnea alla vita non sia così roseo, perché cominci a sentire di nuovo il tuo corpo, le tue sensazioni, gli odori, le voci e cominci a vedere davvero perché adesso non sei più immerso nel buio.

Lasciarlo non è per niente semplice e se prima non desideravi altro adesso hai paura perché il buio è diventata la tua casa, il buio adesso sei tu e sei convinto che fuori, nella luce, non ci sia più niente per te anche se sai che non è così. Cosa si fa in questi casi? Si scappa.

Si scappa dove nessuno ti conosce, dove sei solo un ragazzo in una terra straniera e forse quel buio torna a coprirti ma non come prima perché adesso ti muovi, ora respiri.

Si sa, però, che dal passato non si può scappare prima o poi lo dovrai affrontare e allora che quel buio ricomincia a coprirti, prima ti immobilizza di nuovo e poi, quando sta per ricoprirti del tutto togliendoti il fiato, arriva la consapevolezza e con essa la luce.

Quando stai per perdere tutto inevitabilmente pensi a cosa stai perdendo, anche se sei convinto di non avere più niente, qualcosa troverai ed è allora che da solo riuscirai a respirare, ma con le persone giuste tornerai a vivere.

Questa storia non è la solita storia d'amore, quindi se cercate il solito romanzo alla After, non è questo ma se siete fan delle storie d'amore vere, sofferte, condite da conquiste sempre più grandi, consapevolezze sempre più grandi, se amate le storie che parlano di rinascita, del coraggio di essere chi siamo senza limiti o paure.. Questo è il vostro libro.

I personaggi sono caratterizzati molto bene, le descrizioni sono accurate ma non troppo perché spetterà a voi immaginare quei luoghi da sogni e viaggiare in un mondo senza Covid alla scoperta di posti che per vari motivi sono sempre rimasti segreti.

Io non ho avuto la scintilla per dare cinque stelle, ma è sicuramente un libro da quattro ed è sicuramente un libro che fa riflettere.

Chapeau!

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: