Resta dove sei e poi vai di John Boyne – RECENSIONE

4 Settembre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Resta dove sei e poi vai di John Boyne - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo di un romanzo che mi ha fatto tremare il cuore "Resta dove sei e poi vai" di John Boyne, autore di Il bambino con il pigiama a righe, edito dalla casa editrice Rizzoli. L'ho letto tempo fa ma lo porto ancora nel cuore.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Resta dove sei e poi vai
  • Autore: John Boyne
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 20 Novembre 2013
  • Genere: Romanzo Storico
  • Casa Editrice: Rizzoli
  • Pagine: 254
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Londra, 1914. Alfie ha cinque anni quando in Europa si alzano i venti della Grande Guerra, e il suo papà, come molti altri giovani compatrioti, parte per il fronte. La guerra però la combatte anche chi rimane a casa, nelle difficoltà quotidiane di trovare il cibo e i soldi per l'affitto, con il terrore che un ufficiale bussi alla porta per riferire che un papà, un fratello o un figlio non torneranno più a casa. Alfie non vuole credere che sia questo il destino di suo padre, ma le lettere che l'uomo spedisce dal fronte, prima regolari e cariche di speranze, si fanno saltuarie e cupe, fino a smettere del tutto. Deciso a fare la sua parte, Alfie marina la scuola e inizia a lavorare come lustrascarpe in stazione. Ed è grazie a uno dei suoi clienti che scopre dov'è il suo papà... Età di lettura: da 12 anni.

 

John Boyne scrive questo meraviglioso romanzo, commovente e pieno di veri sentimenti.

Alfie compie cinque anni nel 1914, quando fuori aleggia un’aria di guerra. La festa organizzata dalla madre non riesce come dovrebbe perché alcuni invitati non si presentano a causa dello stato d’animo che si viene a creare per l’imminente combattimento; vengono solo la nonna e alcuni vicini di casa, tra cui la sua migliore amica Kalena.

Il padre di Alfie, Georgie, si arruola volontario, come altri giovani, nonostante la moglie sia contraria. Quando Georgie parte per la guerra, Alfie è costretto a diventare più grande rispetto alla sua età; la madre comincia a lavorare in ospedale per poter mantenere la famiglia, è quindi spesso fuori casa.

Un giorno alcuni soldati portano via Kalena e il padre, perché vengono ritenuti delle spie. Alfie non comprende questa situazione perché Kalena è nata a Londra, non è tedesca, e questa situazione lo fa soffrire insieme alla mancanza che ha del padre. 

Alfie, osservando la madre fare diversi lavori trascurando perfino di dormire, decide di rimboccarsi le maniche e comincia a fare il lustrascarpe nella stazione di Kings Cross.
Gli anni passano e, mentre prima le lettere del padre arrivavano con una certa regolarità, poi cominciarono ad arrivare saltuariamente fino a non arrivarne più.

Alfie chiede spiegazioni alla madre che, per evitare altre domande, gli dice che il padre è in missione segreta per il governo. Ma Alfie è un bambino più sveglio rispetto alla sua giovane età e capisce che lei nasconde qualcosa, addirittura arriva a pensare che il padre sia morto.
Nonostante la paura per il padre, Alfie continua a lavorare ed è grazie al suo lavoro che un giorno scopre dov’è il suo papà e da qui comincia la sua “missione segreta”...

"Che grande , il mondo, eh?" dice Georgie guardando il cielo. “Secondo te anche sugli altri pianeti si odiano tutti così?”.

Pubblicato da Rizzoli nel 2013, “Resta dove sei e poi vai” di John Boyne è un romanzo che tratta un tema molto forte come la guerra, di quello che ha significato per molti soldati e le loro famiglie, e il coraggio di un bambino che affronta la realtà, guidato dall’amore per il padre. 

 

 

Pubblicato:
Editors:
Tags: