Per il tuo nome soltanto di Arianna Di Luna – RECENSIONE

12 Marzo 2022 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Per il tuo nome soltanto di Arianna Di Luna - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del bellissimo romanzo di Arianna Di Luna "Per il tuo nome soltanto", edito dalla casa editrice Cignonero Edizioni.

 

Scheda Tecnica

Titolo: Per il tuo nome soltanto
Autrice: Arianna Di Luna
Pagine: 450
Casa editrice: Cignonero
Data di uscita: 18 novembre 2021 in versione ebook (versione cartacea disponibile prossimamente)
Prezzo: 4.99 Euro - disponibile in Kindle Unlimited
Genere: Age-Gap - Military romance - War Romance

Trama

Saint-Denis, 1936. Le estati sulla Manica sono grigie e fredde. Lo sa bene Yvette Chambry, che trascorre le vacanze a Nord-Pas-de-Calais, a casa della nonna. Yvette ha dodici anni, vestiti e abitudini da maschiaccio, e una sconfinata ammirazione per i suoi cugini più grandi, Charlotte e Armand. E da qualche tempo ha anche una cotta per Aramis Leroux, il migliore amico di Armand. Ma sa bene che è un amore impossibile. Aramis la tratta gentilmente e non si prende gioco della sua goffaggine e del suo arrossire, ma ha dodici anni più di lei. Per lui, Yvette è solo una bambina.  

Parigi, 1943. A diciannove anni appena compiuti, Yvette è rimasta sola in una Parigi occupata e pericolosa. I suoi genitori sono stati arrestati dai nazisti e l’unico modo per sopravvivere è raggiungere Saint-Denis, dove si trova tutto ciò che resta della sua famiglia: sua cugina Charlotte.
Ed è lì che si trova anche Aramis Leroux.
Yvette non ha mai smesso di pensare a lui, non ha mai dimenticato la cotta che aveva per quel ragazzo gentile. Ma Aramis non è più la persona che lei conosceva, e la notte in cui lo incontra per caso, Yvette si rende conto che è diventato gelido, crudele, feroce. E le fa paura, anche se sta dalla parte giusta. È un comandante partigiano, combatte per la Resistenza contro l’occupazione nazista.
E non si ricorda minimamente di lei, è convinto di non averla mai vista prima.
Dimenticarsi di lui è l’unica soluzione, ma pur non volendo Yvette deve fare i conti con la sua presenza, con l’attrazione che prova e che cerca di soffocare, senza rendersi conto che anche Aramis adesso lotta per reprimere ciò che sente.
Perché Yvette non è più una bambina. È diventata una donna, una donna coraggiosa e testarda che non ha paura di sfidare la morte e i nazisti per amore della libertà. Una donna che non esita a imbracciare le armi e a combattere per difendere il suo Paese dagli invasori tedeschi.
E Aramis se n’è accorto.
Lui, che ora la guarda con diffidenza e desiderio. Lui, che non può permettersi di volerla.
Perché volerla per sé significa spezzarle il cuore.
E più di tutto, volerla per sé significa metterla in pericolo.

*nel romanzo sono presenti scene destinate a un pubblico adulto. Se ne raccomanda una lettura consapevole.

 

"Abbiamo iniziato ad amarci in mezzo al fango, al freddo, sotto le bombe. Nel sangue degli uomini che abbiamo dovuto uccidere."

Come ormai ben sapete Arianna Di Luna è un'autrice che stimo tantissimo e un porto sicuro per me, ogni suo libro ha la capacità di conquistarmi sin da subito tenendomi incollata alle pagine dall'inizio alla fine. 

In questo suo nuovo romanzo troviamo Yvette, dodicenne, che trascorre le sue vacanze dalla nonna a Nord-Pas-de-Calais, insieme ai suoi cugini Charlotte e Armand. E' proprio qui che conosce Aramis, migliore amico di suo cugino, un bellissimo ragazzo di ventiquattro anni e se ne innamora perdutamente. Ma lei è solo una ragazzina, lui non se ne accorge nemmeno.

Siamo nel 1943, Yvette non è più una bambina, ha diciannove anni e si ritrova sola in una Parigi occupata dai nazisti, i suoi genitori sono stati arrestati, le rimane solo Charlotte. Ed è proprio lei che fa in modo di farla trasferire a Saint-Denis. Qui ritrova Aramis e capisce che i sentimenti che provava per lui non sono mai cambiati, ma le cose sono diverse, lui è un partigiano, combatte per la resistenza contro i nazisti.

"La guerra distrugge i sogni di tutti, soprattutto quelli dei più giovani. E io ho diciannove anni e non ho mai baciato nessuno."

Quella che sembra una ragazza fragile si trasforma in una combattente, Yvette è forte, imbraccia il fucile, vuole aiutare la sua gente, non ha paura di morire per la libertà. Ma avere vicino Aramis non è facile, i sentimenti che prova per lui sono profondi e, piano piano si accorge che lei non gli è indifferente.

"Provo un desiderio sconosciuto e così forte che potrei morire, qui, adesso. Se continua a toccarmi, a stringermi in questo modo, morirò. Il mio cuore non reggerà."

Una amore nato in un contesto storico tragico, un sentimento forte e raro, Yvette e Aramis si amano oltre ogni dire ma la guerra li sovrasta e non sarà facile restare vivi. In ogni pagina l'autrice ci fa vivere il dramma del conflitto che ha sconvolto il mondo, delle crudeltà e inumanità che sono state perpetrate. Molte volte mi sono commossa e sono stata con il fiato sospeso per i nostri protagonisti. Questa non è solo una storia d'amore, ma di coraggio, di umanità, di vita.

"Prova a salvarla. Salvamela, Gerard. Dalle il mio sangue, dalle il mio fegato, il mio cuore, i miei polmoni, salvala."

Come tutti i suoi romanzi, anche questo va dritto tra gli indimenticabili.