L’invito di Marco Rassu – RECENSIONE

14 Aprile 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: L'invito di Marco Rassu - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo breve di Marco Rassu "L'invito", edito dalla casa editrice 42book.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: L'invito
  • Autore: Marco Rassu
  • Data di Pubblicazione: 25 Dicembre 2020
  • Genere: Narrativa
  • Casa Editrice: 42book
  • Pagine: 88
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

UN INVITO, una riunione fuori dagli schemi, un viaggio lungo le infinite prospettive dell’essere.

Il milionario di Wall Street, l’eschimese, l’operaio, l’attore di Hollywood, il cacciatore della Papua Nuova Guinea e tanti altri personaggi si incontrano per confrontarsi su tematiche interessanti… insieme al surfista, Marco.

L’autore “usa” le loro parole, talvolta volutamente retoriche, come spunti di riflessioni più profonde e regala input importanti al lettore attento.

Una storia fantastica impregnata di visioni e pensieri che hanno l’ambizione di portare l’attenzione del lettore su differenti punti di vista e stimolarlo a tirare fuori la sua opinione.

L’autore si scopre, mescolando riflessioni con flashback autobiografici e ripercorrendo tratti di vita immortalati nella memoria.

 

In questo breve romanzo l'autore ci invita a riflettere su alcuni punti della vita, il tempo, la felicità, il lavoro, i soldi.

A parlare sono diversi personaggi con nazionalità e lavori diversi, riuniti a discutere del loro modo di pensare. Comincia così un dibattito dove c'è chi ama fare soldi, chi ai soldi dà poca importanza, chi da molto valore al tempo, chi invece lo considera qualcosa creato dall'uomo per dare dei confini alla vita.

"Non so dare una definizione di tempo, ma credo che sia un concetto creato dall'uomo per limitare i confini della sua vita. Quando viviamo intensamente e lo facciamo con passione sì, il tempo credo scompaia in quel frangente."

Anche la felicità è un argomento di cui si parla in questa riunione, ognuno ha il suo modo di vederla, ogni personaggio esprime la sua opinione.

Miei cari, la felicità è piuttosto un mezzo per affrontare la vita , non è un fine, una meta da ricercare con lunghi viaggi."

Dunque ci ritroviamo a leggere un colloquio educativo, perchè dalle opinioni ed esperienze degli altri si può imparare tanto. Un invito ad aprire la mente, a relazionarsi con gli altri, senza imposizioni di idee, ma con la mente aperta ad assorbire culture diverse, un invito a vivere, a lasciarsi andare alle emozioni che portiamo dentro. Un invito a viaggiare per ritrovare noi stessi. Un invito ad aprire gli occhi, a vedere realmente dentro la nostra anima, perchè siamo prigionieri di una società che ci vuole imporre uno stile di vita.

Allora liberiamoci dagli stereotipi, viviamo liberi di esprimere quello che sentiamo dentro, di esprimere al meglio il nostro modo di pensare. Ognuno di noi ha un modo di vedere la felicità, di ricercarla nella quotidianità. Io spesso la trovo nelle piccole cose.

Sicuramente un romanzo che lascia il segno.

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: