L’equazione della colpa di Arianna Lombardelli – RECENSIONE

6 Ottobre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: L'equazione della colpa di Arianna Lombardelli - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi porto la recensione del bellissimo romanzo di Arianna Lombardelli "L'equazione della colpa", in collaborazione con la casa editrice Mondadori.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: L'equazione della colpa
  • Autore: Arianna Lombardelli
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 31 Agosto 2021
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Mondadori
  • Pagine: 240
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Anna è cresciuta a Bari, si è trasferita a Roma dove si è laureata in Matematica, si è sposata, ha avuto due figli. Ma in realtà – se ne accorge ora – è sempre rimasta ferma, forse non è mai partita. Ha vissuto confidando che ogni traguardo superato equivalesse a un nuovo inizio, un esordio di felicità. È stata figlia, sorella, poi moglie, e madre: attenta a rispondere alle aspettative che quei ruoli implicavano, con la sensazione di non aver mai inciso la scorza della realtà per assaporarla davvero, per capire che gusto ci sentiva lei. E ora? Come mettere in discussione un'esistenza in cui non si riconosce più, quando altre vite sono intrecciate alla sua? Il senso di colpa le stringe la gola e lei cerca una soluzione tra le ferree regole matematiche in cui si è sempre sentita serena. Durante le sedute di analisi, Anna scopre la fatica di trovare la propria voce, a tratti scomoda, ingombrante. Il desiderio di essere quella voce mai ascoltata riaccende delusioni, senso di fallimento, paura. Ma anche la consapevolezza che gli errori che ha commesso sono 'lei': se non si lascia paralizzare dal senso di colpa e dalla contemplazione delle macerie da lì può ripartire. Questo romanzo racconta un risveglio, uno di quelli bruschi che spezzano il fiato nel cuore della notte, lasciando però il germe di un'idea nuova. Come se, dopo aver viaggiato a lungo sottocoperta, vedendo solo piccole porzioni di mare attraverso gli oblò, la protagonista salisse sul ponte della barca per respirare il mare, tutto il mare che finalmente riesce a vedere. Seguendo Anna nella discesa al centro di se stessa, la scrittura di Arianna Lombardelli emoziona e ferisce, disegna l'appassionante vicenda di una "seconda" formazione, quella di una donna adulta che sostiene la responsabilità di una famiglia, realizzando che quella responsabilità è parte di un'immensa costruzione, con i suoi muri verticali, le stanze da arredare e gli affacci esposti ai venti.

 

Sono subito stata attratta dalla cover di questo romanzo, una donna sott'acqua dentro una casa. Mi ha dato l'impressione di una persona che si sente soffocare e infatti dalla trama ho intuito molte cose.

Anna è la protagonista, sposata con due figli, un giorno si accorge che la sua vita è stata in pausa, nonostante la routine di tutti i giorni, nonostante i suoi figli siano più grandi e forse osservando loro capisce che non è stata attenta a quello che la circonda. Vede i suoi figli diversi, sotto un'altra luce e si rende conto che qualcosa non va, lei non va.

Il suo matrimonio sta andando a rotoli e i suoi figli, Sole e Giacomo, ne risentono molto, mentre dentro di lei il senso di colpa si fa strada, non capisce come è potuto succedere, cosa è andato storto tanto da mandare a rotoli tutto?

"La separazione è stata una catastrofe emotiva, una bancarotta fraudolenta dei miei principi, il naufragio dei buoni propositi, la disfatta del senso dell'amore, il funerale a tutto quello che ti raccontano da bambina sul "per sempre" come fosse l'unica vera ambizione dell'essere umano."

L'indifferenza di Alessandro nei suoi confronti la fanno sentire trasparente e il fatto che lui abbia questo attaccamento alla madre, tanto da stare più con lei che con la sua famiglia, non aiuta affatto. A quarant'anni si ritrova a dover fare i conti con se stessa, a cominciare una ricerca interiore e affrontare le sue ansie e paure.

Decide così di farsi seguire da uno psicologo, sa di avere un problema che da sola non riesce a comprendere per poterlo affrontare, è grazie al suo aiuto che capisce che prima di amare gli altri deve amare se stessa, deve volersi bene. Solo così potrà rinascere, rialzarsi e poter dare il meglio di se.

Un romanzo introspettivo che ci fa riflettere tanto è reale, perchè quello che ci racconta l'autrice succede a tante donne, e allora quel senso di non appartenenza diventa comune e lo si comprende appieno. Una storia coinvolgente e intensa, un romanzo che scava dentro lasciando segni indelebili.

"L'infelicità avvicina, unisce, crea alleanze, e chi è infelice annusa come un animale la tristezza degli altri per sopportare meglio la propria."

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: