Le donne del fiume di Tala Masca – RECENSIONE

23 Febbraio 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Le donne del fiume di Tala Masca - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Giada ci parla del romanzo di Tala Masca "Le donne del fiume", edito dalla casa editrice PubMe, collana I read it, una storia davvero interessante.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: La donna del fiume
  • Autore: Tala Masca
  • Serie: //
  • Data di Pubblicazione: 5 Ottobre 2020
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: PubMe collana I read it
  • Pagine: 183
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

"In Sardegna, dove il potere matriarcale ha messo in riga la prepotenza dei padri, le figure femminili più forti stanno tra realtà e mitologia. Le Bruje e le Coghe si aggirano come donne normali, influiscono su scelte e decisioni, ma possono prendere forma animale e spostarsi da un luogo all’altro in un battito di ciglia. Il cattolicesimo, con lo scopo di sottometterle, le ha relegate al ruolo di strega malvagia, ma il nostro retaggio pagano le ha mantenute sacre. Diego è un uomo di successo, indipendente dalla sua famiglia d'origine e felicemente sposato con Monia, che ancora lo attrae dopo dieci anni di matrimonio. Il giorno del suo trentaseiesimo compleanno, tuttavia, la vecchia cicatrice che gli deturpa il fianco inizia a bruciare come fuoco e una donna fino ad allora sconosciuta gli compare nella memoria prendendo possesso dei suoi ricordi più remoti. Si trova poi costretto a tornare a casa per la morte del padre, ma soprattutto per ritrovare questa donna che lo attira nel luogo natio da cui era fuggito quasi vent'anni prima: un paese rurale ricco e silenzioso, in cui un lungo muro di fango, paglia e pietre dietro la chiesa parrocchiale funge da barriera alla dissoluzione. Sono due le donne che hanno vissuto oltre questa chiusura: le donne del fiume."

 

 

Ancora una volta grazie a @Liberileggendo ho fatto una scoperta sensazionale. Appena ho letto la trama di questo romanzo ne sono stata catturata. Amo molto le credenze popolari, le storie che caratterizzano ogni regione d'Italia e da buona napoletana credo in tante figure e un pochetto sono pure superstiziosa🤣🤣. Questo romanzo l'ho praticamente divorato e posso, ancora una volta, confermare che la collana "I read it" sa scegliere in modo eccellente i titoli da proporre.

🌟La storia è narrata in terza persona tra il presente di Diego che dopo la morte del padre, con cui non ha mai avuto un buon rapporto, ha spostato tutta la sua vita dalla città al suo paesino di nascita senza sapersi spiegare il perché. Ha trascinato con sé sua moglie e alcuni fidati collaboratori, ma in realtà non sa cosa lo abbia spinto, sente un forte richiamo irrazionale e nella sua testa c'è un solo nome Tamara. Ma la storia, sempre in terza persona, narra anche il passato. Il passato di un piccolo paese, di superstizioni e di una donna...ma non vi dico altro...

🌟La storia mi ha davvero coinvolta tanto, non solo perché c'è questo nome, Tamara, che tormenta Diego, ma perché sono tanti gli argomenti che vengono trattati, tutti legati tra loro. Primo sicuramente l'amore, che in fin dei conti è sempre la base di tutto. Il rapporto di Diego con Monia è messo in discussione, come quello presente e passato dell'uomo con i genitori. Ma l'amore è ciò che ha tracciato confini indelebili tra passato e presente, tra rapporti d'amicizia e di rispetto. Un altro elemento fondamentale è senza dubbio la superstizione abbinata all'ignoranza che può dar vita a eventi spiacevoli, che annebbia la ragione ma che fa parte della nostra cultura al punto da aver fatto storia. E quindi sinceramente, leggendo, pagina dopo pagina sono rimasta affascinata da come questo intreccio  sia stato gestito e soprattutto, in modo per nulla scontato mi abbia guidato alle ultime pagine.

🌟L'autrice ha uno stile molto ricercato, ma allo stesso tempo semplice da seguire. Mi è piaciuto come ha gestito la storia, anche tra una parte e l'altra ha saputo creare suspense e voglia di andare sempre avanti. Io ne sono rimasta molto colpita. Non leggo molte storie così, ma ne sono tremendamente affascinata. Lo consiglio vivamente perché arricchisce il proprio bagaglio culturale e fa riflettere su situazioni analoghe di cui è anche piena la storia.

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: