L’albero di mandarini di Maria Rosaria Selo – RECENSIONE

10 Maggio 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: L'albero di mandarini di Maria Rosaria Selo - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo di Maria Rosaria Selo "L'albero di Mandarini", in collaborazione con la casa editrice Rizzoli.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: L'albero di Mandarini
  • Autore: Maria Rosaria Selo
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 13 Aprile 2021
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Rizzoli 
  • Pagine: 341
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Maria Imparato è cresciuta in una casa piccola e affollata, con un albero di mandarini proprio al centro del cortile. Ha mani da sarta, una massa di capelli scuri, il corpo sottile di chi ha conosciuto la fame e il calore di Napoli che le scorre nelle vene. Quando incontra Tonino Balestrieri, la guerra è finita da poco e sognare sembra di nuovo possibile: quel ragazzo di buona famiglia, bello ed elegante, non ha occhi che per lei. Per diventare sua moglie, Maria dovrà sfidare l'ignoranza della gente dei vicoli e il pregiudizio dei quartieri alti, e infine emigrare in Brasile, con un oceano a separarla da tutto ciò che ama. Ma la miseria torna sempre a galla, come la schiuma del mare. A Rio de Janeiro, insieme a Tonino, la aspetta Severina, elegantissima e spietata, una suocera dagli occhi di serpente disposta a tutto pur di scacciarla via.
Maria sa che il futuro si affronta senza paura, e per la sua libertà è disposta a lottare. "Se tieni delle ferite devi guardarci dentro" si dice, "perché è là che ci trovi la bellezza." Sarà il suo passato a darle la forza per andare avanti, per sfidare il destino e ripartire ancora una volta. La sua storia attraversa il Novecento come un'onda ribelle e tenace, e ci racconta una vita eccezionale, fatta di sogni, di fatica e di passione.

 

La protagonista indiscussa del romanzo è Maria, viviamo insieme a lei gli anni della sua vita da quando era giovanissima fino all'età adulta. Siamo nel 1940, Maria vive a Napoli e si respira già l'aria della guerra, non c'è lavoro e i soldi scarseggiano, un periodo difficile per tutti. Ha tante amiche, una in particolare le sarà vicina, Pupella.

Maria cresce e si innamora di Tonino, un bravo ragazzo che riesce ad amarla e che la fa sentire bene. Ma un giorno Tonino è costretto a rientrare a Rio De Jeneiro dove vive la sua famiglia. Per Maria sarà molto triste affrontare questa lontananza, ma le circostanze lo richiedono quindi non può fare altro che adeguarsi. 

Quando Tonino ritorna, la convince ad andare con lui in Brasile, ma per Maria niente sarà facile. Lasciare la sua famiglia, la sua Napoli tanto amata e trovare un posto sconosciuto, con  persone estranee e, infine una suocera che le sarà ostile e sarà molto cattiva nei suoi confronti.

Maria Imparato, la donna che è diventata, una donna che ha dovuto affrontare tantissimi problemi, ha dovuto lottare, superare le paure che la guerra porta con se, il ritrovarsi in un posto che non è la sua terra. Ecco, tutte queste cose vivremo insieme a lei e molto altro, perchè l'autrice è riuscita a ricostruire un periodo storico abbastanza lungo, legando egregiamente epoca, personaggi e trama, regalandoci una storia familiare bellissima e piena di coinvolgimento. Maria porterà su di se le cicatrici che le esperienze le hanno lasciato, perchè nonostante tutto passa, il dolore che gli eventi causano, restano impressi nel cuore.

L'autrice mi ha letteralmente catturata con questa storia tra il reale e l'immaginario, mi ha portato tra le strade di Napoli facendomi vivere il dolore che la guerra porta con se, la povertà, la sofferenza. Una storia che mi ha toccato il cuore e che voglio assolutamente consigliare.

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: