La strada che mi porta a te – Moriah McStay Recensione

3 Febbraio 2019 0 Di Rosalba
Book Cover: La strada che mi porta a te - Moriah McStay Recensione

Salve Book Lovers, il libro di cui vi parlo oggi è pubblicato dalla De Agostini. “La strada che mi porta a te” è un romanzo autoconclusivo del genere contemporary romance. Un romanzo particolare, lo stesso personaggio con due storie diverse. In un capitolo c’è Fiona, sfigurata da un incidente, nell'altro c’è Fi, senza cicatrici. Ma andiamo a vedere di cosa si tratta.

 

Sinossi

UNA RAGAZZA. DUE STORIE. UN UNICO AMORE
Timida, riservata e con pochi amici. Fiona Doyle ha metà volto sfigurato a causa di un incidente. Riempie montagne di taccuini con i testi delle canzoni che inventa e in cui riversa tutti i suoi sogni, le sue frustrazioni e il suo amore impossibile per Trent, il golden boy della scuola. Vorrebbe trovare il coraggio di esibirsi in pubblico, ma farlo significherebbe mettersi alla mercé degli altri e lasciarsi giudicare solo per le maledette cicatrici che porta sul viso. Qualcosa, però, sta per cambiare… e presto Fiona scoprirà che lei è molto di più di quello che gli altri vedono.
E SE L’INCIDENTE NON FOSSE MAI ACCADUTO?
Brillante, sicura di sé e con un unico obiettivo: diventare una stella dello sport. Fi Doyle non ha tempo per le storie d’amore, specialmente se a provarci è il suo migliore amico, Trent. Ma quando la fortuna le volta le spalle, costringendola a interrompere la carriera sportiva, Fi si ritrova per la prima volta a fare i conti con se stessa. E con una domanda che potrebbe cambiare il corso della sua vita per sempre: Fi può essere di più di ciò che tutti vedono?

 

 

 

Fiona è una ragazza molto riservata, con pochi amici. Da bambina un grave incidente l’ha sfigurata per metà viso, quel volto l’accompagna ogni giorno come una condanna e la tiene lontana dal ragazzo dei suoi sogni, Trent, il ragazzo più popolare della scuola. Tutto quello che ha dentro lo scrive nelle sue canzoni, ha sempre un taccuino con se e la sua chitarra. Compone la musica, ma solo per se stessa, non riesce a cantare in pubblico per paura di restare nuda agli occhi degli altri.

“Com’era possibile che il suo cuore non facesse che continuare a spezzarsi? Era la cosa più fragile e delicata del mondo.”

Fi è una ragazza sicura di sé, giocatrice di Lacrosse, il suo sogno è di entrare nella squadra dell’università della Northwestern. Un giorno un brutto infortunio la blocca per molti mesi durante i quali incontra un ragazzo che cambierà il suo futuro.

Entrambe le storie d’amore sono narrate con poco romanticismo, ma tutto sommato il finale mi è piaciuto. Non dirò altro per evitare di fare spoiler. Buona lettura

“Che mai, mai il frutto sia colto dal ramo riposto nei canestri. Chi vuole assaporare l’amore deve farlo dove esso si trova…”