La stagione più crudele di Chiara Deiana – RECENSIONE

19 Marzo 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: La stagione più crudele di Chiara Deiana - RECENSIONE

 

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Katiuscia ci parla del romanzo di Chiara Deiana "La stagione più crudele", in collaborazione con la casa editrice Mondadori.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: La stagione più crudele
  • Autore: Chiara Deiana
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 9 Marzo 2021
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Mondadori
  • Pagine: 219
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Asia è in campagna, nel posto dove torna ogni anno e dove per tutto l'anno desidera tornare, e aspetta l'arrivo di Matilde, la sua migliore amica, con cui condivide la libertà che a dodici anni si inizia ad assaggiare nei mesi estivi. Si prepara perciò a sfrecciare insieme a lei in bicicletta per le vie del paese, a sfuggire gli sguardi inquisitori delle vecchie eternamente schierate sulle panchine, capaci di trasformare le giovani ragazze come loro – Asia e Matilde ne sono certe – in mummie incartapecorite. A mettere da parte le monetine per i videogiochi nel circolo in cui si ritrovano tutti, a lanciare la bici a tutta velocità per esplorare zone del bosco in cui non sono mai state. Un campo di girasoli è la superficie della Luna, ai vecchi lavatoi si nasconde una congrega di vampiri, l'agriturismo abbandonato è infestato di spettri e nasconde il più feroce dei cani assassini. È la magia dei luoghi in cui abbiamo trascorso l'infanzia, e gli scenari della nostra immaginazione si sovrappongono a quelli reali, dando loro una vita che non si estinguerà mai. Un giorno però succede qualcosa, qualcosa che Asia non confida a nessuno, e che ingigantisce dentro di lei fino a sembrarle inconfessabile. E questo primo segreto se ne tira dietro altri, fino a creare una frattura profonda tra lei e chi le sta intorno. L'infanzia le si sgretola tra le mani prima che lei abbia la minima idea di cosa mai potrà prenderne il posto e si apre una stagione fatta di inizi: se fino a quel momento le sue paure erano quelle infantili, Asia si troverà ora ad affrontare le prime prove della vita. Il passaggio dall'infanzia all'adolescenza, le prime incrinature nella pienezza dell'esistere, l'incontro con il dolore e con la morte: temi cruciali su cui Chiara Deiana getta uno sguardo al tempo stesso consapevole e fresco. Un romanzo d'esordio che rende onore ai mostri sacri – Stephen King, in primis – con una scrittura che dà forma a un mondo a colori vividissimi.

 

Asia è in campagna, nel posto dove torna ogni anno, e dove per tutto l'anno desidera tornare, e aspetta l'arrivo di Matilde la sua migliore amica con cui condivide la libertà che a dodici anni si inizia ad assaggiare nei mesi estivi... un giorno però succede qualcosa, qualcosa che Asia non confida a nessuno che ingigantisce dentro di lei fino a sembrarle inconfessabile. Asia la protagonista della storia una bambina spensierata come tante con la voglia di correre in bicicletta, di esplorare nuove mete immaginarie come ogni adolescente della sue età, un giorno farà una scoperta che la cambierà per sempre, un evento traumatico, il ritrovamento di un cadavere e da qual momento cambia tutto, non sarà più la bambina spensierata di sempre ma diventerà una ragazza con l'amore e l'odio. Per paura tiene tutto dentro di se senza farne parola con nessuno forse per la mancata protezione da parte di un adulto. Non è del tutto in grado di capire cosa le sta davvero succedendo...

Un altro personaggio molto presente nella storia è D, Daniele, una figura, una sagoma, un personaggio soprannaturale nella vita di Asia, rappresenta il sesso e la morte, due mondi a lei sconosciuti.

Il romanzo mi ha fatto tornare alla mente i miei ricordi d'infanzia e un po' mi sono rispecchiata in Asia. Il gioco adolescenziale è un argomento importante nella prima parte del romanzo. All'inizio ho fatto un po' di fatica a immergermi nella storia ma andando avanti con la lettura sono riuscita a trovare la giusta empatia con la scrittrice, è un romanzo che va letto con calma e capito perché per me trasmette un messaggio importante come quello dell'adolescenza e le sue sfumature. L'ambientazione è ben descritta facile da immaginare, la scrittura seppure all'inizio ho fatto fatica a immergermi non è per niente complessa. I personaggi sono ben descritti come Matilde e Mattia gli amici ''banda'' di Asia ognuno con la propria personalità.

Ringrazio la casa editrice per la copia Arc. 

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: