La rinnegata di Valeria Usala – RECENSIONE

6 Maggio 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: La rinnegata di Valeria Usala - RECENSIONE

 

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Katiuscia ci parla del romanzo di Valeria Usala "La rinnegata", in collaborazione con la casa editrice Garzanti.
Una storia di coraggio e di rabbia. Una storia di abbandono e di amore negato. Una storia di vento e di fuoco. Una storia di rinascita e di speranza.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: La rinnegata
  • Autore: Veleria Usala
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 26 Aprile 2021
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 160
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Siamo l’inerzia di un fiore reciso;
il vigore nelle sue radici,
trapiantate in terre straniere.
Siamo l’impeto di un fuoco ardente;
la quiete nelle sue ceneri,
raccolte in cumuli sparsi.

Senza un uomo accanto, una donna non è nulla. Teresa ha sempre sentito l’eco di questa frase, come il vento durante la tempesta, ma non ci ha mai creduto. Lei che è quiete e fuoco, rabbia e tenerezza, lotta contro il pregiudizio da quando è nata. Rimasta orfana, non ha avuto nessuno a proteggerla dalla propria intelligenza, oltre che dalla propria bellezza. Un intero paese la rinnega, impaurito di fronte alla sua indipendenza, alle sue parole e alle sue azioni. Perché in fondo sono solo queste a renderla diversa dalle altre donne.
Neanche aver creato una famiglia con l’uomo che ama ha messo a tacere le malelingue e i pettegolezzi. Nessuno crede che la sua fortuna, derivante da un emporio e una taverna che ha costruito e gestisce con le sue forze, sia frutto di fatica e tenacia. Ma le voci sono sempre rimaste solo voci, anche quando a rispondere a tono è Maria, la bruja del villaggio, che vaga per le strade senza una meta precisa.
Quando tutto cambia, Teresa deve difendere ciò che ha conquistato e dimostrare che può farcela da sola. Che non rinunciare a sé stessa significa essere libera. Vuole dare a quel vento, pieno di parole feroci, un afflato nuovo; ma il pregiudizio è forte e saldo, come una radice ancorata alla terra.
Non capitava da anni che un esordio venisse accolto con tanto entusiasmo dalle libraie e dai librai che l’hanno letto in anteprima. Valeria Usala ha scelto di dare voce a una donna dimenticata, una donna che ha deciso di resistere contro tutto e tutti. Una giovane autrice rompe il silenzio che avvolge una storia che ha molto da raccontare. Una storia in cui la Sardegna è protagonista attraverso la sua natura, le sue leggende e le sue contraddizioni. Una storia di coraggio e rinuncia. Una storia di amore e potere. Una storia di rinascita e di speranza.

 

 

Una tematica attuale e delicata è quella che troviamo in questo romanzo.

In un paesino Sardo, Lolai, dove la gente non fa altro che spargere cattiveria e parole non vere, troviamo Teresa, suo marito e i suoi tre figli.  Teresa è una donna dal carattere forte e determinato, un carattere avvincente, che da sempre lotta contro i pregiudizi della gente e le male lingue su di lei solo perché si guadagna il pane lavorando e particolare da non sottovalutate è bella, di una bellezza unica, e per tutte queste male lingue la bellezza in una donna è motivo di parole crude e pregiudizi.

Questo romanzo vuole farci capire come spesso le parole della gente, del popolo, possono ferire ed essere causa di disagio. Attraverso l'infanzia della protagonista e delle sue lotte continue, che conoscerete leggendo, la scrittrice ci narra come Teresa non si sia mai arresa un solo giorno, e come abbia lottato anche per guadagnarsi la famiglia che ha creato col marito.

Solitamente non ci si aspetta una parola di troppo e per di più negativa da una persona che si conosce, ma si spera sempre che essa possa essere gentile ed educata, tutte queste brutte espressioni influenzano la vita delle persone che le ricevono e chi le canta non ci pensa a questa conseguenza. La nostra protagonista si ritroverà a poter contare solo su poche persone, personaggi ben inseriti nel romanzo e con un compito preciso, come Tore amico d'infanzia, Maria e Gavina, persone che si contano su una mano, ma persone vere, come dice lei stessa.

La Rinnegata non è un semplice romanzo di narrativa da leggere per passare il tempo ma è un romanzo con un messaggio ben chiaro che non potete che cogliere e farne tesoro come né farò tesoro io. La forza, l'orgoglio e la voglia di vivere sono i punti forti della protagonista che non si arrende mai ma cammina sempre a testa alta lo fa per se stessa per suo marito e per i suoi figli.

Una verità che ancora oggi in alcuni paesi si manifesta per ignoranza del branco. Vi consiglio di prendere questo libro come spunto di riflessione. La scrittura, seppure il libro narra un argomento particolare, è facile da leggere e capire, la penna di questa scrittrice mi ha affascinata, un modo di scrivere fluido e dettagliato ma allo stesso tempo tratta un tema importante.

 

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: