La Prima Stella a Destra di Luce – RECENSIONE

31 Ottobre 2019 0 Di Rosalba
Book Cover: La Prima Stella a Destra di Luce - RECENSIONE

Carissimi Book Lover oggi vi parlo di un romanzo che mi ha toccato il cuore e sfiorato l'anima, una storia che mi ha fatto riflettere molto, una storia piena di insegnamento che a volte mi ha anche commossa - Venite a leggere la recensione di “La prima stella a destra”.

 

Quante volte, da bambini, avete provato a volare sull'altalena? Quante altre avete chiesto aiuto per volare un po' più in alto, per raggiungere le stelle dei vostri sogni? Proprio loro che da grandi sono completamente differenti. Perché quando perdi un pezzo di vita, non sai più distinguere il sogno dalla realtà, le proprie speranze dalla sola verità. Per Michelle, la vita era una piccola sfera di cristallo che col tempo è venuta mancare, cadendo e perdendo i suoi cocci qua e là. Quei cocci fatti di persone e di fiducia. E si sa: la fiducia, un po' come le persone, una volta andata non torna più. Poi è arrivato lui, Fabrizio, l'amore che l'ha salvata. Ed è stato quando ha sorriso senza accorgersene che ha compreso che era finita: era uscita dal tunnel dell'oscurità, lungo una vita.

 

 

Ho terminato di leggere questo romanzo qualche giorno fa e ho avuto bisogno di tempo per elaborare tutte le emozioni che mi ha dato. Michelle adora la sua Famiglia allargata, oltre con suo fratello e i genitori vive con nonni, zii e cugini. Ogni occasione è buona per riunirsi e fare festa. Ultimamente, però, vede spesso litigare i genitori e ha paura che possano lasciarsi. Ogni tanto riesce a capitare delle frasi che non comprende. Stanca di stare in ansia e di pensare mille cose diverse, decide di chiedere alla nonna quello che sta succedendo, scopre così alcune cose che la fanno stare male sul conto del padre e per un certo periodo non capisce come può essere che la persona che ama così tanto si sia comportato così male. Poi, però, la verità viene a galla, quella vera le giunge dall'altra nonna: i genitori sono in difficoltà a causa della famiglia materna in particolare del nonno, tutto parte da lui, dall'uomo che non avrebbe mai pensato potesse fare un'azione simile alla propria figlia.

Ed è proprio in questa fase che la sofferenza di Michelle tocca il cuore di chi legge, perché quando a tradirti è la propria famiglia, il dolore è troppo grande da reggere, specie per una ragazzina nella fase dell'adolescenza. Ma per lei i problemi giungono anche dal suo ex fidanzato, un ragazzo violento che sta cercando nuovamente di avvicinarsi.

“Lasciai alle mie spalle un silenzio enorme, un silenzio che sapeva di tristezza, di scelte sbagliate, di prime disavventure, forse normali per quell’età, ma pur sempre silenzio, quasi terrificante come una bufera di vento improvvisa che si scaglia contro alberi maestosi, tanto da sradicarli dal suolo e trovarli, l’indomani, adagiati su una vastità di terreno bagnato nelle campagne più lontane, dove l’unico passante di lì, in quel preciso momento, ne rimane ferito.”

In tutto quello che succederà nella vita di Michelle, al suo fianco ci sarà sempre Fabrizio, un ragazzo che la ama con tutto se stesso, sia quando si sfoga e se la prende con lui, sia quando indossa maschere per nascondere i suoi sentimenti.

“Ci sapeva proprio fare, con i batticuore.”

“Gli bastava rimanermi accanto e sorvegliare da vicino la mia fragilità.”

E’ difficile per me continuare a parlarvi della sua storia senza fare spoiler, ma approfondirò il dolore di Michelle: lei fa di tutto per nascondere ciò che prova, vuole essere forte per la sua famiglia, vedere il dolore negli occhi della madre la distrugge. Essere traditi dalla propria famiglia è troppo doloroso da accettare.

Michelle va avanti nella sua vita malgrado senta la mancanza di tutti loro, in particolare di nonno Tommaso, nonostante il dolore che le hanno causato. E quando è costretta a trasferirsi con la sua famiglia in un'altra casa e saluta i suoi nonni sapendo che non potrà più vederli, è davvero straziante, specie quando saluta nonno Tommaso, in questa parte il mio cuore di lettrice piangeva con il suo.

“Quanto può essere doloroso l’ultimo bacio, ragazzi miei. Non importa a chi lo si dà, se è ad un fidanzato, a un amico o a un parente.”

Se c'è un messaggio, in realtà ce n'è più di uno, in questa storia è proprio quello di non litigare per le cose materiali, non tradire per avere più ricchezza. In questa vita la famiglia è la cosa più importante, è sacra e deve essere protetta. Non ci sono soldi né cose che ci possono dare la felicità di una famiglia unita.

Quindi concludo ringraziando l'autrice per avermi inviato il file del libro, ma soprattutto per le emozioni che mi ha trasmesso con la storia di Michelle. E’ un libro che porterò dentro per molto molto tempo.

“Sei la cosa più bella che indosso, sei risorsa, sei cielo e sei mondo. Sei la strada che porta alla vita…”