Il mio ultimo regalo di Vivian Edwards – RECENSIONE

20 Dicembre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Il mio ultimo regalo di Vivian Edwards - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Elisa ci parla del romanzo di Vivian Edwards "Il mio ultimo regalo", una dolcissima storia nella magia del Natale. 

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Il mio ultimo regalo
  • Autore: Vivian Edwards
  • Serie: //
  • Data di Pubblicazione: 9 Dicembre 2021
  • Genere: Romanzo Natalizio
  • Casa Editrice: Self Publishing
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

I fantasmi del Natale presente, passato e futuro sono per April i personaggi di un libro che ha letto da bambina, di certo non si sarebbe mai aspettata di averne tre tutti per sé. In fondo lei non ha problemi da risolvere: possiede una bellissima pasticceria dal nome prettamente natalizio che gestisce con l'aiuto della sorella Sarah e dell'amico Joey, e c’è addirittura un affascinante quanto misterioso fioraio che tenta in tutti i modi di conquistarla, malgrado lei gli permetta a mala pena di rivolgerle la parola per un'ordinazione. April ha tutto, tranne suo marito, che l'ha resa vedova due anni fa e che il suo cuore non riesce a lasciare andare.

E se lui le facesse un ultimo regalo?

 

Bentrovati lettrici e lettori,

oggi vi voglio parlare del nuovo romanzo di Vivian Edwards "Il mio ultimo regalo".

Prima di iniziare la recensione è d'obbligo però una premessa: mi limiterò a raccontarvi le mie impressioni sulla storia e le emozioni che ho provato nel leggerla poiché il testo ricevuto era ancora in fase di revisione.

In questo romanzo si narra la storia di April, una trentenne che non riesce ancora, se pur a distanza di alcuni anni, ad elaborare il lutto per la morte improvvisa del marito vittima di un incidente stradale. Da quel fatale giorno la sua voglia di vivere si è azzerata. Ha allontanato tutti, dalla sorella agli amici. Non vuole più affezionarsi a nessuno perchè questo comporta soffrire se le persone care la dovessero lasciare. La sua esistenza si è ridotta alla solita routine: lavorare nella sua pasticceria di giorno e tentare di non impazzire per la disperazione di notte. Ma le cose non possono andare avanti così ancora per molto e per dare una svolta alla situazione interviene proprio il defunto marito che invia alla moglie tre fantasmi, quello del passato, quello del presente e quello del futuro. Grazie al loro aiuto April finalmente vedrà la luce alla fine del tunnel.

Questa storia l'ho trovata abbastanza originale. Mi è piaciuta l'idea delle tre figure ultraterrene inviate per dare un aiuto alla protagonista e delle tre quella a cui mi sono più affezionata è Amelia, il fantasma del presente che con il suo umorismo e la sua ironia dà un guizzo simpatico alla storia.

Ho fatto invece molta fatica ad entrare in sintonia con April, la protagonista. Ho trovato poco convincente "l'espediente" da lei usato per sopravvivere alle lunghe ore notturne, metodo che, a mio parere, stride col suo comportamento diurno quando si reca sulla tomba del marito per dichiarargli il suo eterno amore.

Il personaggio che mi ha suscitato più tenerezza è stato Ryan, l'uomo che tenta in ogni modo di scalfire il ghiaccio dal cuore di April.

Nonostante la scarsa simpatia per la protagonista, del tutto soggettiva, va comunque apprezzato il fatto che l'autrice abbia voluto affrontare un tema attuale. Non sempre risulta facile lasciare andare le persone a noi care e, per quanta fede si possa avere, non ritrovarsele più al fianco è molto doloroso.

Il suo messaggio di speranza, che la vita non va gettata ma comunque va vissuta perché è un dono prezioso, è arrivato forte e chiaro. Le persone care avranno sempre un posto d'onore nel cuore di chi le ha amate ma questo non implica che non si possa fare spazio anche ad altri affetti.

Come già detto, il testo letto era in fase di revisione ma posso comunque affermare che il linguaggio usato dall'autrice è semplice e invoglia a proseguire nella lettura anche se, a volte, risulta un po' ripetitivo.

 

 

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: