Il marchio del Blocco Est di Fabiana Ratti – RECENSIONE

10 Dicembre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Il marchio del Blocco Est di Fabiana Ratti - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo di Fabiana Ratti "Il marchio del Blocco Est", in collaborazione con la casa editrice Felici Editore.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Il marchio del Blocco Est
  • Autore: Fabiana Ratti
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 22 Luglio 2021
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Felici Editore 
  • Pagine: 248
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Il Blocco Est è un quartiere metropolitano difficile, una periferia estrema della città dove – tra droga, prostituzione, doppi giochi e sparatorie – è legge la sopravvivenza. Il Blocco Est è un marchio, un tatuaggio, la maledizione impressa alla nascita quando vieni al mondo in un posto sbagliato. Nina “la Rossa” è una ragazza madre che da quattro anni, dopo una violenza subìta, ha smesso di parlare. Sua sorella Luce ha accettato con rassegnazione di vendere il suo corpo. Nella vita di Nina ricompare Niko, che rincorre il desiderio di portarla via da quel luogo infetto insieme al piccolo Leo. Nelle vite rotte del Blocco Est si affacciano anche i boss della zona: “il Sarto”, freddo e intelligente, e “il Turco”, uomo senza scrupoli. Ognuno segue una via per nulla stabilita, ma che arriva sempre al suo fondo, al saldo di un conto. L’amore, forse, come unica possibilità risarcitoria. “Il marchio del Blocco Est” è un romanzo in gran parte narrato in prima persona, dal ritmo veloce e dallo stile asciutto che mira, a ogni pagina, al cuore del lettore. Un romanzo pulp che riesce a rappresentare il male in tutte le sue mille sfaccettature: l’occhio è fosco, pesto e disincantato, dove ogni buon proposito è corrotto. Una scrittura giovane, per gli amanti del polar francese.

 

Nina e Sole, le protagoniste, vivono se così si può definire. Dico così perché dove abitano non è un quartiere sano, rispettabile, pulito, tutto allo sfascio, nessuna manutenzione, lampioni rotti, panchine distrutte, il verde inesistente. C'è povertà, fame, droga, delinquenza, prostituzione.

E' quello che face Sole per andare avanti, deve vendere il suo corpo per poter mangiare e pagare quel buco dove abita con sua sorella più piccola. 

Nina, ragazza madre, un posto sbagliato dove far crescere un figlio, ma cerca di fare del suo meglio, lavora da un'anziana di giorno. Dopo aver subito una violenza era rimasta traumatizzata a tal punto da perdere la voce, quella sera stava facendo una partita splendida con Niko di cui era innamorata ma era finita male a causa di un un altro ragazzo che, al suo rientro, aveva abusato di lei.

Difficile tenersi tutto dentro ma da quell'episodio increscioso non dava alito a nessuna voce.

Pedine del destino, rimette un piede nel passato nella speranza di lasciarsi alle spalle colpe che non ha e il suo triste ricordo, ancora innamorata di quel ragazzo, il suo Niko, il prezzo di quel sogno è caro, deve perdonarsi, vuole credere a qualcosa di bello. Lei lo ama e anche lui è stato soltanto un'inutile parentesi.

Niko vuole giocarsi una carta, un'affare che compenserà bene e farà vivere la sua famiglia dignitosamente portandoli via da lì.

Ricattato da due boss, individui della malavita senza scrupoli, lo costringono a fare cose losche, lui è disposto a tutto anche a perdere se stesso, il prezzo della speranza è caro ma ne vale la pena se c'è la possibilità di cambiare il loro futuro insieme.

Quel posto è un meccanismo rotto, dove le cose nate malate non guariscono da sole, lì nulla e nessuno viene risparmiato. Il Blocco Est, è così che viene nominato, un marchio in ognuno di loro, il destino e le profezie hanno già deciso. E' solo uno scorcio di tutto quello che c'è dentro il libro, c'è molto altro che vale la pena leggere,  un pozzo senza fondo.

Nascere e crescere è importante, ma in quei posti è difficile.

 

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: