Il fiume di cristallo di Sergio Bambarén – RECENSIONE

26 Settembre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Il fiume di cristallo di Sergio Bambarén - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, in questo stupendo romanzo l’autore, alla scoperta dei Lamantini, mammiferi acquatici di grosse dimensioni, ci dà anche un’importante lezione di vita sull’importanza di seguire i propri sogni e anche su quello che rende la vita una cosa meravigliosa.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Il fiume di cristallo
  • Autore: Sergio Bambarén
  • Serie://
  • Data di Pubblicazione: 23 Giugno 2009
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Sperling & Kupfer
  • Pagine: 166
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Un gruppo di lamantini, enormi e mansuete creature marine, si rifugia nelle tiepide acque del Crystal River, in Florida, per trascorrere l'inverno. In quel piccolo angolo di paradiso hanno trovato il loro habitat ideale: possono nutrirsi in abbondanza nei rigogliosi pascoli sommersi, riposare indisturbati e, di tanto in tanto, divertirsi a nuotare con qualche turista curioso. Finché un giorno per una mamma e il suo cucciolo l'idillio si infrange: lo scontro con l'elica di una barca a motore spezza la vita della gigantessa gentile e lascia il piccolo gravemente ferito. Abbandonato a se stesso, il lamantino galleggia sulla superficie, destinato a morire. Ma un ragazzino che sta solcando il fiume con la sua canoa lo vede. Non sa che cosa fare, ha paura, però la voce del suo cuore gli dice che deve soccorrerlo. Così, porta a riva il cucciolo e, con l'aiuto del nonno, che gli ha trasmesso l'amore per la Natura, si prende cura di lui, fino a restituirlo sano e salvo al fiume di cristallo, la grande distesa trasparente dove ci si specchia per conoscere più a fondo la propria anima. Da quel giorno il lamantino sfortunato e il ragazzino coraggioso saranno uniti da un legame indissolubile che saprà resistere a ogni cosa, anche al trascorrere del tempo.

 

“A volte il mondo cerca in tutti i modi di distoglierti dal tuo proposito, ma io continuo a credere nei sogni, così come qualcuno crede nelle favole”.

Sergio arriva in questo posto meraviglioso chiamato Crystal River e incontra il capitano Mark che lo accompagna in un’escursione insieme ai Lamantini. Con l’attrezzatura subacquea, Sergio si immerge nel fiume, incontra i giganti acquatici e tra di loro c’è pure Swami, un lamantino segnato da cicatrici causate dalle eliche di una barca.

“Il significato della vita non può essere espresso a parole. E’ qualcosa che si sente in certi momenti. E’ un’esperienza, non un concetto, e non la si può fermare nel tempo”.

In quel momento Sergio pensa a quanto possa essere crudele l’uomo verso gli animali e anche verso la natura e a quanto sia egoista. L’autore, nell’avventura che ha vissuto, ci apre gli occhi sull’importanza che diamo alle cose e al fatto che la Natura ci dà senza chiedere niente in cambio.

“La gente di città compra roba di ogni genere. Ma tutti quegli oggetti aggiungono davvero valore alla loro vita? E quante di queste persone benestanti stanno veramente bene e sono felici?”.

Il capitano Mark mette a disposizione di Sergio la canoa che gli aveva regalato il nonno e l’attrezzatura da campeggio per fare un’escursione notturna lungo il fiume. In quella pace Sergio s’immerge nel fiume illuminato dalla luna e in compagnia dei lamantini sente di vivere un’esperienza unica che rimarrà impressa per sempre nella sua mente e anche nel suo cuore. Ed è proprio lì che gli viene in mente una frase:

“Se vivi la vita che sei destinato a vivere, un giorno potrai sentire quel che vedi e vedere quel che senti”.

Sergio finalmente vive tutta questa meraviglia nel silenzio della natura, accompagnato dai versi dei lamantini.
Come sempre l’autore, oltre a darci una lezione di vita, ci fa sognare ad occhi aperti.

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: