Il canto delle cicale di Francesca Corradi – RECENSIONE

23 Novembre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Il canto delle cicale di Francesca Corradi - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi porto la recensione di "Il canto delle cicale" di Francesca Corradi, in collaborazione con la casa editrice Felici Editore.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Il canto delle cicale
  • Autore: Francesca Corradi
  • Serie: //
  • Data di Pubblicazione: 2 Settembre 2021
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Felici Editore
  • Pagine: 160
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Protagonista principale di questo romanzo è un ciondolo, un misterioso oggetto lasciato in eredità - carico della memoria del nostro Novecento e catalizzatore di forze opposte - che finirà per imporsi come uno spartiacque del tempo, dei sentimenti e dei legami. La voce narrante è quella di Sara, una restauratrice che vive a Livorno, innamorata dell'arte e del bello. I suoi occhi, accorati quanto ironici, dipaneranno per il lettore i momenti della sua infanzia e della sua vita, il rapporto con le sue complici amiche Betta, Manuela e Teresa così come pure i legami con la sua famiglia. Una voce a volte colloquiale, altre improvvisamente pensosa, con cui racconta Livorno e i suoi abitanti rumorosi: la città del suo cuore, delle sue radici, dove Sara ha imparato a decodificare il mondo attraverso i profumi, i colori, gli umori. Una voce che narra, però, anche Pisa, la sua cultura, la sua nobiltà, i lungarni poetici: città che l'ha accolta, abbracciata, aiutata a sciogliere alcune ombre. Una sorta, insomma, di pendolarità che disegna e ridisegna il suo arco attraverso lo spazio, il passato e il presente, le note di una scrittura quotidiana, femminile. Le righe di un ricordo venato di un dolore ovattato che il ciondolo sembrerà nuovamente acuire con un cambio di passo che coinvolgerà e, in parte sconvolgerà, la vita di Sara.

 

Sara è la nostra protagonista, ottiene un incarico, deve restaurare alcuni affreschi in un piccolo paesino in Toscana ed è molto contenta perché adora il suo lavoro ed è felice di allontanarsi da casa dopo la rottura con il suo ex.

Un luogo dove regna la pace, un panorama meraviglioso, è un posto carino davvero. Grazie all'incarico ricevuto, è molto entusiasta e trascorre quei giorni beatamente, si lascia andare con il suo nuovo vicino, tutto armonioso, tanto da non voler tornare nei weekend a casa.

Finito il lavoro deve lasciare questo bellissimo posto e la sua adorabile storiella. Consegnati i lavori è l'ora dei saluti, sapevano entrambi che non c'era nulla di duraturo solo scambi di numeri di telefono.

Con le valigie pronte e ricordandosi del suo prezioso ciondolo, regalo della zia, riparte e torna a casa. E' dalle sue amiche che scopre di essere incinta. Non sapendo se dirglielo perché non si erano fatti delle promesse, con il trasloco e faccende da sbrigare succede che il destino decide per lei un aborto spontaneo. Vuota, spiazzata, è pronta a colmare con i propri affetti il vuoto che sente, cominciando dalla nonna, anche se soffre di Alzheimer.

Scopre altre verità, ritornando indietro nel tempo capisce cosa ci sia dietro quel prezioso ciondolo che tiene sempre al collo e che le era stato donato dalla sua adorata zia, che non avendo avuto figli, Sara lo abbia ricevuto in eredità.

Tutto comincia da lì, un oggetto di cui Sara ne vuole assolutamente svelare il mistero e unire i pezzi con dei momenti di memoria della nonna che la porta alla ricerca di un vissuto tra infanzia ed oggi.

Nel mentre la vita di Sara apparirà diversa e con nuove relazioni che porteranno ad una storia raccontata e cullata da tutte le sfumature durante la lettura che risulta essere molto scorrevole. Chi non ha segreti che a volte vengono svelati altri no? Una storia piacevole da leggere.

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: