I ricordi non fanno rumore di Carmen Laterza – RECENSIONE

26 Maggio 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: I ricordi non fanno rumore di Carmen Laterza - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo di Carmen Laterza "I ricordi non fanno rumore", una storia bellissima che consiglio assolutamente di leggere.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: I ricordi non fanno rumore
  • Autore: Carmen Laterza
  • Data di Pubblicazione: 29 Luglio 2020
  • Genere: Romanzo Storico
  • Casa Editrice: Libroza
  • Pagine: 276
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Bianca è una bambina allegra e vivace e vive con sua madre Giovanna in casa dei signori Colombo. La sua vita è fatta di cose semplici ma lo scoppio della Seconda Guerra mondiale travolge gli equilibri familiari e Bianca è costretta a lasciare Milano per andare in campagna dalla zia, dove pensa di poter cominciare una nuova vita. 

Bianca scopre ben presto che la guerra è ovunque intorno a lei, fuori e ancora di più dentro casa, e l’unica possibilità di sopravvivere è rendersi autonoma, imparare a contare solo su se stessa. Ma per riuscirci deve mettere in discussione le proprie convinzioni sui rapporti familiari, sulle regole sociali e sulla verità dei propri ricordi.

Perché i ricordi sembrano cimeli di un passato lontano ma quando riemergono, di fronte agli snodi cruciali della vita, si rivelano per quello che sono: compagni silenziosi e discreti del nostro cammino che determinano la rotta delle nostre scelte. E come una bussola interiore ci guidano così: senza fare rumore.

Sullo sfondo di un’Italia divisa tra due guerre, quella ufficiale degli eserciti e quella clandestina dei partigiani, Carmen Laterza mette in scena una straordinaria parabola di formazione e resilienza in cui, ancora una volta, il messaggio di rinascita e speranza è affidato a figure femminili profonde e indimenticabili.

 

Siamo nell'Italia degli anni quaranta, la guerra si avvicina e Giovanna ancora non si rende conto che quella parola tanta temuta porta dietro tanta distruzione e morte. La paura si fa sempre più incalzante, vivere tra i bombardamenti, nella fame e disperazione, porta Giovanna e la madre, Bianca, a fuggire da Milano per rifugiarsi in campagna, dalla sorella di Giovanna.

Ma non sarà per niente facile quella convivenza e soprattutto Giovanna si troverà ad affrontare quello che la società le vuole imporre, sposarsi e diventare schiava di un marito e dei figli. Le cose cambiano quando viene inviata a lavorare nella vecchia signora Elvira, dove imparerà l'arte del ricamo e ad essere indipendente.

"Se hai bisogno di un marito per sopravvivere, allora, mia cara, alla fine sarai infelice anche se avrai avuto il matrimonio più bello del mondo. Perché dovrai fare quello che ti dicono gli altri e non quello che vuoi tu."

Un romanzo che ci mette di fronte alla guerra, a quello che comporta, alla morte, la disperazione, la fame, la deportazione degli ebrei. Gli sguardi impauriti delle persone, la paura di morire, la sofferenza di veder morire le persone care. Ma non c'è solo questo tra le pagine di questa meravigliosa storia, si parla anche della società , di come la donna veniva guardata, di quello che era destinata a diventare. E poi c'è il rapporto madre e figlia, di quello che fa Bianca per proteggerla ad ogni costo, un amore immenso e incondizionato. Con una scrittura scorrevole l'autrice ci porta indietro nel tempo, in quelli che sono ricordi che vivono ancora, storie che non possono essere dimenticate. I personaggi sono ben caratterizzati e ci si immerge immediatamente tra le pagine, coinvolgente e a tratti commovente. Lo consiglio sicuramente.

"La paura nera, quella che sconquassa e distrugge per sempre, non ha bisogno di lacrime ma scava dentro un solco così profondo dal quale è impossibile riemergere."

 

 

Pubblicato:
Cover Artists:
Genres:
Tags: