Finchè ci saranno le farfalle di Hanni Munzer – RECENSIONE

18 Dicembre 2020 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Finchè ci saranno le farfalle di Hanni Munzer - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Valeria ci parla del romanzo di Hanni Munzer "Finchè ci saranno le farfalle", edito dalla casa editrice Giunti - Leggete la sua recensione.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Finchè ci saranno le farfalle
  • Autore: Hanni Munzer
  • Serie: Le farfalle del Terzo Reich #3
  • Data di Pubblicazione: 23 Ottobre 2019
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Giunti
  • Pagine: 368
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Dopo un terribile colpo del destino, Penelope si è allontanata dal marito David, ritirandosi in un’esistenza appartata, scandita solo dagli impegni del suo lavoro di insegnante e da una routine sempre uguale che le dà sicurezza. Tutto il contrario di sua madre Ariadne, che si è appena risposata con un bell’italiano di trent’anni più giovane e fa continue irruzioni in casa sua cercando di scuoterla con i suoi modi irruenti ed eccentrici. Ogni tentativo, però, sembra destinato a fallire. Finché nella vita di Penelope non entra Trudi, l’anziana vicina di casa che adora cucinare dolci per donarli a chi le sta intorno, ma soprattutto per coprire l’odore della marijuana che fuma ogni giorno. Con la sua incredibile vitalità, quella che tanti anni prima le ha permesso di sopravvivere ad Auschwitz, Trudi riesce a strappare Penelope al suo isolamento, raccontandole la sua straordinaria storia d’amore e di coraggio, e spronandola a godere appieno di ogni occasione di gioia. Per esempio dando una chance a Jason, il nuovo affascinante vicino, tanto più giovane di lei, con il suo fisico da spot pubblicitario e i suoi modi piuttosto sfrontati. E se per una volta Penelope lasciasse da parte i ricordi dolorosi e si lanciasse in un’avventura? Perché, come le ha insegnato Trudi, la felicità va riconosciuta quando ce l’abbiamo tra le mani, non quando ormai è svanita… Un libro meraviglioso sulla bellezza della vita - anche per chi ormai ha smesso di crederci.

 

"Un libro meraviglioso sulla bellezza della vita, anche per chi ormai ha smesso di crederci."
Ebbene si, questa frase riassume perfettamente quello che questo romanzo è, un inno alla vita, all'amore, alle gioie da cogliere.
Penelope, moglie e apprezzata insegnante, vive un forte trauma che la porta a isolarsi dal mondo, a rinchiudersi in una vita grigia, piatta e solitaria.
Abbandonato il marito, la sua vita agiata e la sua casa si ritira in un bozzolo solo suo dove è la monotonia e una rigorosa tabella di marcia a scandire ogni sua giornata. Di contro c'è la figura di sua madre, giovane dentro, piena di vita, irruenta e incontenibile che cercherà in ogni modo e in molte occasioni di tirar via la figlia da quel suo grigiume ma senza proficui risultati...
Ma nulla nella vita accade senza una ragione e così un bel giorno Penelope incontrerà e imparerà a conoscere e apprezzare due suoi vicini di casa:
Trudi, simpatica anziana del piano di sotto, sopravvissuta agli orrori di Auschwitz, amabile in ogni sua parola e che confidenza dopo confidenza strappera' Penelope al suo mondo vuoto coinvolgendola in un piano di vita e di amore.
Jason inquilino del piano di sopra giovane, prestante e dal fisico scolpito che la sconvolgerà nel suo aspetto più intimo, che le farà percorrere un tortuoso ma veritiero viaggio dentro se stessa alla conquista della sua libertà e della sua più vera femminilità.
SPERANZA, FAMIGLIA, COMPRENSIONE, FARFALLE E AMORE sono le parole chiave che il destino metterà nelle mani della nostra Penelope e la condurranno a quella meravigliosa metamorfosi tanto alienata che le farà abbandonare il bozzolo grigio per spiccare il volo più bello, una rinascita e una riscoperta d'amore...
Nulla è perduto finché ci saranno le farfalle.... buona lettura...