Dopo la notte. In fuga dall’Olocausto di Uri Shulevitz – RECENSIONE

27 Gennaio 2022 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Dopo la notte. In fuga dall'Olocausto di Uri Shulevitz - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi, per la Giornata della Memoria, vi parlo del libro di Uri Shulevitz "Dopo la notte - In fuga dall'Olocausto", in collaborazione con la casa editrice Einaudi Ragazzi.

 

Scheda Tecnica

• Titolo: Dopo la notte. In fuga dall'Olocausto
• Autore: Uri Shulevitz
• Serie: //
• Data di Pubblicazione: 26 Ottobre 2021
• Genere: Autobiografia
• Casa Editrice: Einaudi Ragazzi
• Pagine: 256
• ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Trama

Un libro di narrativa illustrato in bianco e nero con alcune pagine a fumetti per ragazzi dagli 11 anni. Un racconto autobiografico da un autore di letteratura illustrata per ragazzi, la testimonianza di un’infanzia in fuga dagli orrori della Seconda guerra mondiale. Un libro vincitore di numerosi premi. Una storia che parla di migrazioni, guerra, crescere, famiglia, amicizia, scoperte, Olocausto, Shoah. Settembre 1939. Mentre le bombe tedesche cadono su Varsavia, Uri, quattro anni, guarda la madre allacciargli gli scarponcini nuovi dicendo: “Dovremo camminare molto”. Ha così inizio il lungo e difficile viaggio di Uri e della sua famiglia ebrea, in fuga dalla Polonia invasa dai nazisti, verso l’Unione Sovietica, dove vivranno per anni e patiranno fame e stenti. Da un campo di lavoro vicino al Mar Bianco a una città kazaka dove la vita sembra essersi fermata al Medioevo, Uri racconta i colpi di fortuna e le disavventure che accompagnano lui e i suoi genitori durante l’esilio e il lento e sofferto viaggio di ritorno. Arricchito da potenti illustrazioni in stile espressionista e da foto personali dell’autore, “Dopo la notte – In fuga dall’Olocausto” racconta anche la presa di coscienza del giovane Uri come artista e l’importanza dell’arte come ancora di salvezza nelle difficoltà. Età di lettura: da 11 anni.

 

L'autore ci racconta la sua fuga dall'Olocausto, di quando da bambino, aveva quattro anni, insieme alla sua famiglia ebrea scappa dall'orrore nazista. Si dirigono verso l'Unione Sovietica, qui vivranno momenti di stenti e povertà.

"Nonostante il dolore, non mi lamentavo. Non volevo far arrabbiare Papà, però continuavo a chiedere: - Siamo arrivati?

Il libro è diviso in otto parti che sono proprio gli otto anni di cui Uri ci parla, ci racconta le sue disavventure, i momenti duri che ha dovuto affrontare insieme ai suoi cari, il tutto accompagnato dalle bellissime illustrazioni e foto dell'autore. 

"Vivevamo alla giornata settimana dopo settimana, mese dopo mese. Questa vita di stenti andò avanti per molto tempo."

Uri ci parla di come l'arte lo abbia salvato durante le difficoltà, delle amicizie strette con altri bambini, delle malattie contratte.

Una storia che ci apre gli occhi su quello che hanno dovuto passare migliaia di ebrei, le atrocità subite. Un viaggio commovente, una storia davvero toccante, una testimonianza che deve essere letta per non dimenticare.

Il libro ha vinto numerosi premi.

 

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: