Come Aeroplani di Martina Ingallinera – RECENSIONE IN ANTEPRIMA

24 Novembre 2020 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Come Aeroplani di Martina Ingallinera - RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Carissimi Book Lovers, la nostra Barbara ci parla del romanzo di Martina Ingallinera "Come Aeroplani", in uscita proprio oggi - Leggete la sua recensione.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Come aeroplani
  • Autore: Martina Ingallinera
  • Data di Pubblicazione: 24 Novembre 2020
  • Genere: Contemporary Romance
  • Casa Editrice: Self Publishing
  • Prezzo: e-Book € 2,99 - Cartaceo € 16,90
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

Chicago, la Lawson Aviation Company viene colpita da un grave lutto: un incidente aereo ha causato la morte di tre persone e cambiato la vita di molti dipendenti, tra cui Alexander Lawson, il glaciale amministratore delegato, che non riesce a superare la morte della sorella.

Kenya, Cheryl Miller non aspetta altro che lasciarsi il passato alle spalle ed iniziare una nuova vita, per questo accetta con entusiasmo il posto vacante presso la LAC.

I due si incontreranno e, tra passato e presente, scopriranno la verità sul disastro aereo e sulle proprie famiglie.

Le colpe dei genitori ricadranno sui figli? 

Alexander e Cheryl, diversi come il Sole e la Luna, ma complementari, riusciranno a superare gli ostacoli che il destino si diverte a mettergli sul cammino?

 

Alexander Lawson è a capo della LAC, un’azienda che si occupa di costruire aeroplani a Chicago. Ha ereditato tutto un anno prima quando suo padre è morto a bordo di un loro velivolo durante l’inaugurazione, assieme a sua sorella e suo cognato. Purtroppo, lui si è trovato da solo ad affrontare due lutti devastanti per la sua vita perché la madre è caduta in un profondo stato di apatia ed il fratello è sempre in giro per il mondo occupandosi di arte. Come se non bastasse questo a sconvolgerlo, gli è stato affidato il nipote di quattro anni. In un attimo la sua vita perfetta, piena di amore, circondato da una famiglia splendida, si è trasformato in un inferno. Non ha avuto tempo di elaborare il lutto perché si è dovuto subito occupare della madre per non farle mancare l’adeguata assistenza, del nipote a cui non doveva fasi vedere debole, ma forte per lui, e poi c’era l’azienda da non far affondare dopo il disastro aereo. Una persona su cui contare c’è però sempre stata, Robert Miller, uno dei suoi ingegneri, storico amico del padre, che lo ha cresciuto con la passione per gli aerei. Quando però Alexander lo trova in un vicolo completamento ubriaco, si deve occupare anche di lui, venendo così a mancare anche il suo sostegno. Robert accetta di farsi curare a patto che lui assuma sua figlia Cheryl nell’azienda.

Cheryl è una ragazza molto solare, le piace aiutare gli altri ma il carattere deciso la rende forte ed indipendente. Dopo che l’ultima relazione le ha rotto il cuore, decide di andare dalla madre in Kenya per aiutarla nella sua missione di accudire i piccoli di elefante orfani. È in questo paradiso della natura lontano dal caos della città che riceve la risposta ad un curriculum che il padre le ha fatto mandare alla LAC. Quando scopre l’invito a partecipare ad un colloquio di lavoro, capisce che è il posto giusto per lei, infatti il suo scopo è sempre stato quello di poter migliorare la vita degli altri e questa società ne rispecchia il suo pensiero. Peccato che il suo ritorno a Chicago non sia dei più rosei, infatti ad una mostra d’arte viene scambiata per una cameriera dall’amministratore delegato della LAC. Da questo momento il loro rapporto sarà sempre conflittuale fino a quando Cheryl non riuscirà a penetrare la corazza che Alexander si è costruito per non cadere nel baratro di disperazione che è la sua vita. Per lui la sua priorità è il benessere di Tommy, il nipote, ruota tutto attorno a lui e Cheryl sarà in grado di arrivare al cuore di “Mr. Iceman” prendendosi cura del piccolo di casa.

 

“Noi siamo come due aeroplani, abbiamo le ali e possiamo andare dove vogliamo.”

 

Sembra una storia d’amore come le altre…ma c’è molto di più.

Devo ammettere che anche se la storia è molto lunga, la lettura è scorrevole, piacevole e coinvolgente. Tutti i personaggi sono ben delineati e ci si affeziona a tutti, anche a quelli molto a margine. Bellissima la descrizione del Kenya, della battaglia che affronta con i bracconieri che lasciano orfani elefanti ed altri animali selvaggi. Traspare un amore per gli animali incredibile. C’è una piccola parentesi all’interno della storia d’amore tra Cheryl ed Alexander che fa riflettere sulle persone che con molti sacrifici dedicano la loro vita per la nobile causa di salvare gli animali in via d’estinzione. Per chi ama gli animali come me questa piccola digressione ha fatto riflettere. La forza di Alexander e la determinazione di Cheryl hanno guidato la narrazione fino alla fine. Il nostro “Iceman”, un uomo di ghiaccio che ha tutta la sua vita sotto controllo, dimostra che anche lui ha bisogno di supporto e lei è sempre pronta ad aiutare gli altri. Nella storia c’è anche un tocco di suspence che segue il disastro aereo di cui non sono stati trovati i resti. Meravigliosa anche la piccola parentesi che racconta delle stelle. Se penso a tutte le cose che l’autrice ha messo in questo racconto mi chiedo come sia riuscita a gestire tutti i vari intrighi tra i personaggi senza cadere nel banale e senza far sembrare tutto un gran caos. Davvero i miei complimenti, anche per aver saputo rendere molto bene i sentimenti ed i pensieri del personaggio maschile, non è una cosa né facile né così scontata. Lettura assolutamente consigliata anche per i molteplici spunti di riflessione ed esempi di vita da prendere ad esempio.

“Io ed Alexander siamo come due stelle: troppo lontane per toccarsi, ma abbastanza vicine per vedersi bruciare.”