Ci vediamo quando torno di Nicola Francioni – RECENSIONE

19 Ottobre 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Ci vediamo quando torno di Nicola Francioni - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo di un romanzo in Crowdfunding con la casa editrice Bookabook, si tratta di "Ci vediamo quando torno" di Nicola Francioni che ringrazio per avermi permesso di leggerlo in anteprima.
In tre giorni sono già state preordinate il 50% delle copie, è bellissimo quindi vi consiglio di preordinarlo.

Il ricavato della vendita di questo romanzo sarà devoluto all’AIL – Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma.

 

Scheda Tecnica

 

Trama

«Leggere» e «viaggiare» sono due termini legati da un’atavica analogia. Una concezione materialista attribuisce loro distinte definizioni; ciò altera l’affinità di significato che in realtà si cela all’interno di ogni parola, ogni frase, ogni testo.
Attraverso la lettura si ha l’opportunità di vivere il viaggio più lontano che si possa intraprendere: quello dentro sé stessi.
Questa è la filosofia che caratterizza Edmondo, la voce narrante di un viaggio che da una parte si sviluppa tra persone, luoghi, situazioni e dall’altra per mezzo di pensieri, parole, riflessioni. Una insolita prospettiva da cui, paradossalmente, leggere l’essere umano.
E tu sei pronto a vestire i panni del protagonista?

Perché ho scritto questo libro?

E se fosse stato lui a scrivere me? Sì perché credo che in realtà comporre, sotto tutte le sue forme, sia un’azione passiva frutto di una esigenza incontrollata. Un bisogno che nasce dalla recondita necessità di condivisione, da cui sviluppare pensieri e riflessioni volte al confronto con chi, coscientemente, decide di dedicarti il suo tempo.

 

 

Sono felice di aver accettato la collaborazione con Nicola, leggere questo libro in anteprima è stato emozionante, ho fatto un viaggio meraviglioso.

Edmondo è un libro, è lui che ci parla in queste pagine e, noi che leggiamo, ne siamo i personaggi.

Sono rimasta molto sorpresa, non ho mai letto un libro dove a raccontare fosse proprio lui stesso. Non è però un libro qualunque, non ha un titolo, nè una copertina e le pagine sono bianche, tranne una.

Il pensiero che c'è scritto all'interno è un consiglio su come utilizzare le pagine bianche e il libro in se. Chiunque lo trovi ha la possibilità di scrivere un pensiero, una riflessione, quello che sente dentro al momento del ritrovo e poi lo deve lasciare in un posto in modo tale che possa continuare il viaggio.

Ci troviamo di fronte ad un libro itinerante, un libro che approderà in tanti posti differenti e sarà tra le mani di persone diverse, ognuno con una sua storia e un luogo.

Beh, anche io sono stata in viaggio con lui, ho conosciuto posti meravigliosi e persone che, con la loro esperienza, mi hanno lasciato qualcosa.

L'autore, grazie al viaggio di questo libro, ci porta a riflettere, a meditare. Ci fa aprire gli occhi su quello che è realmente la lettura, su quello che dà, di come ci arricchisce interiormente e ci rende liberi.

"Leggere significa respirare aria nuova che possa ossigenare la mente affinchè rifletta sulla vita con indipendenza, emancipazione, libertà."

Ho trovato molto interessante la spiegazione di aluni termini apparentemente uguali ma che in realtà hanno un diverso significato.

In conclusione, è una lettura che entra dentro, ti illumina, ti rende vivo. Ho amato ogni pagina letta e, in ognuna di esse, ho trovato un dono meraviglioso. Un romanzo unico nel suo genere, dove già chi ama leggere ne verrà ulteriormente arricchito e chi si sta approcciando ora alla lettura, non se ne allontanerà mai più.

Ecco il mio pensiero se fossi stata io a trovarlo: Apri un libro e vola in alto, rotola in mezzo alle parole, inebriati del suo profumo, assorbi il sapere e, dopo averlo fatto tuo, libera il tuo pensiero.

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: