Avrò cura di te di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale – RECENSIONE

12 Marzo 2021 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Avrò cura di te di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo di un audiolibro "Avrò cura di te" di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, edito dalla casa editrice Salani, una storia molto particolare.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: Avrò Cura di te
  • Autore: Massimo Gramellini, Chiara Gamberale
  • Narratori: Andrea Oldani, Lucia Angella
  • Data di Pubblicazione: 18 Dicembre 2018
  • Genere: Narrativa Contemporanea
  • Casa Editrice: Salani
  • Durata: 3 Ore e 37 Minuti

 

Sinossi

Gioconda detta Giò ha trentasei anni, un’anima inquieta e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l’ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto. Una notte Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all’angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, e con il coraggio di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. 

L’angelo non solo ha una fortissima personalità, ma ha un nome, Filèmone, e una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Grazie a Filèmone, Giò impara a silenziare la testa e gli impulsi, per ascoltare il cuore. Ne avrà davvero bisogno quando Filèmone la metterà alla prova, in un finale sorprendente che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.

 

Questa è la storia di Gioconda, detta Giò, una ragazza insicura, con una famiglia che non la comprende e innamorata di Leonardo. Un amore che ha perduto e di cui non si dà pace. E' stata infatti lasciata tramite email, è arrabbiata con lui e con se stessa. Ma come biasimarlo visto il tradimento da parte sua, con il padre di uno studente. La fiducia sta alla base di un rapporto, tolta quella il rapporto vacilla, non può sopravvivere, e piano piano muore.

Decide così di trasferirsi a casa della nonna Gioconda, morta anni prima, per ritrovare se stessa. Figlia di genitori separati, Giò riflette sul vero amore, quello eterno e chi meglio dei suoi nonni ne sono l'esempio, si sono amati per tutta la vita e sono morti a poca distanza l'una dall'altro. Mentre girovaga per casa la notte di San Valentino, trova una lettera scritta dalla nonna al suo angelo custode, pensa che la cosa sia un pò divertente, poi però, decide di scrivere anche lei al suo angelo custode, non si aspetta di certo una risposta, eppure eccolo li, a rispondere alle sue domande, alle sue insicurezze. Filèmone, questo il suo nome, riesce a capirla, a leggere dentro quello che lei a volte rifiuta di accettare.

“Tu non sei venuta al mondo per scappare o per strisciare, ma per spiccare il volo.”

Così comincia un dialogo scritto, dove Gioconda e Filèmone si raccontano, lei spesso presa da mille dubbi, lui pronto a chiarire e dirle la verità anche se fa male. Si sta prendendo cura di lei, Giò ha bisogno che lui le stia accanto in questo momento dove non comprende bene quello che sente dentro.

"Tu sei giusta e perfetta (ormai dovresti saperlo).
Appena diventerai consapevole che nessuno potrà mai riempire da fuori il vuoto che hai dentro, sarai pronta per fonderti con un’altra persona.”

Un romanzo bellissimo, intenso, un viaggio dentro se stessa dove insieme comprenderemo quello che ha reso Giò così insicura, il suo rapporto strano con la madre, il suo sentirsi sola. 

Anche questa volta ascoltare un libro è stata una bella esperienza, Giò e Filemone mi hanno tenuta compagnia con le loro lettere e, soprattutto, ho trovato in questo romanzo molte lezioni di vita. Lo consiglio.

“Trovarsi rimane una magia, ma non perdersi è la vera favola.”

 

Pubblicato:
Editors:
Cover Artists:
Genres:
Tags: