La Scelta Giusta era Sbagliare di Federica Ahmar – RECENSIONE

13 Novembre 2019 0 Di Rosalba
Book Cover: La Scelta Giusta era Sbagliare di Federica Ahmar - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi vi parlo del romanzo di Federica Ahmar “La scelta giusta era sbagliare”, mi è piaciuto talmente tanto che avrei voluto non finirlo. Leggete la mia recensione.

 

Accusare e giudicare: Ecco cosa accomuna la maggior parte delle persone.In ogni vita ci sono bugie ed errori. Avrei potuto essere migliore degli altri, invece alla fine ho scelto di essere come tutti, forse addirittura peggiore."Una storia di sentimenti e verità. Falsi sentimenti e false verità.Stereotipi, tradimenti e omissioni. Una realtà amara ma che esiste.

 

 

 

Federica ci pone subito la realtà di tutti i giorni, da protagonista è una ragazza come tanti, va a scuola. ha un gruppo di amici di cui ci descrive minuziosamente ognuno di loro, e poi c'è Lui, il ragazzo bellissimo, dal fisico scolpito, bello da mozzare il fiato, per il quale lei prova da sempre qualcosa.

Gli anni passano e ogni persona del gruppo si fa la sua vita, Lui se ne va lontano, e la protagonista sposa il buono della compagnia. Quando rimane incinta, ci racconta di come si sente, di come i cambiamenti del corpo l'hanno fatta sentire e come ha affrontato il parto.  In questa parte della storia, la protagonista comincia ad entrare in crisi con la vita, con la neonata non si dorme più, non si ha tempo per se stessi, lo stress e la soffoca e il marito non la capisce. Peggio ancora quando arriva la seconda gravidanza.

Un giorno Lui ritorna e così gli altri della compagnia, si fanno delle rimpatriate e via via che lei continua a vederlo i suoi sentimenti si risvegliano, ma adesso ha una famiglia, le sue bambine, ma allo stesso tempo il cuore richiede la sua attenzione. Che scelta farà protagonista?

Libro Bellissimo, mi è piaciuta molto la storia che ci racconta l'autrice, specie il dopo parto è una realtà che vive ogni mamma. Poi ci sono gli sbagli, ma in realtà quali sono? A volte ci si comporta in un modo perché agli occhi delle altre persone dobbiamo essere perfette e spesso si trascura quello che il cuore urla di fare. Ma in fin dei conti chi può dire cos’è giusto o sbagliato, come si può giudicare un'altra persona? Semplice, non si può, ognuno di noi ha dei bisogni, delle necessità che dobbiamo seguire per stare bene.

“Avevamo scelto una vita che non volevamo e ora dovevamo fare i conti con quello che avremmo voluto.”

E’ un libro che scava dentro e che fa riflettere. Lo consiglio