Bosco Bianco di Diego Galdino – RECENSIONE

6 Febbraio 2020 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: Bosco Bianco di Diego Galdino - RECENSIONE

Carissimi Book Lovers, oggi la nostra Elena ci parla del romanzo di Diego Galdino "Bosco Bianco" - Leggete la sua recensione.

 

Scheda Tecnica

 

  • Titolo: Bosco Bianco
  • Autore: Diego Galdino
  • Data di Pubblicazione: 4 Aprile 2019
  • Genere: Romanzo Rosa
  • Pagine: 157 pagine
  • Editore: Independently published

Sinossi

Nel suo testamento, la signora Chiara Pizzi lascia in eredità Bosco Bianco, una bellissima e storica tenuta affacciata sulla costiera amalfitana, a suo nipote Samuele Milleri, figlio di sua sorella e alla signorina Maia Antonini, figlia della sua più cara amica d'infanzia. Si racconta che a Bosco Bianco sia nascosto il diario segreto del leggendario scrittore americano Albert Grant. Proprio per questo motivo Andrea Razzi, ricco uomo d’affari, con velleità politiche, vuole entrarne in possesso a qualsiasi costo, tanto da acquistare da Samuele Milleri la sua metà di Bosco Bianco appena ereditata, approfittando dei suoi gravi problemi finanziari, per poi obbligare Giorgio Betti, il suo migliore e fascinoso agente immobiliare, a fingersi il nipote della vecchia proprietaria per cercare di convincere Maia Antonini a vendergli la sua parte della tenuta, anche a costo di farla innamorare di lui. Ma vivere a Bosco Bianco, seppur per pochissimo tempo, può cambiare il destino delle persone. Lo sapeva bene lo scrittore americano Albert Grant, che aveva fatto dell'amore la sua ragione di vita perchè come scritto alla fine del suo libro più famoso...

"Per perdersi non serve un posto, basta una persona"

 

"Un anno ti da 365 opportunità, ma il vero amore te ne da una sola, il resto sono solo giorni.”

Un ' eredità sconvolge e capovolge la vita di due persone.

Lei una scrittrice di favole famosa, reduce da un matrimonio fallito, lui Samuele Milleri un professore di storia che a causa di problemi di alcol, perde tutto scommettendo alle corse dei cavalli.

Ad approfittarsi della situazione è il signor Razzi capo di una grandissima agenzia immobiliare, un uomo senza scrupoli disposto a tutto pur di soddisfare ogni suo subdolo capriccio.

Milleri vende la sua parte di tenuta a Razzi ma la comproprietaria Maya Antonini è di tutt'altro parere visto il legame affettivo che ha per questa bellissima casa tra cui i ricordi con la madre e la migliore amica che gentilmente le ha donato appunto metà di questa bellissima casa.

Il signor Razzi mette in gioco il suo miglior agente immobiliare Giorgio Betti che spacciandosi per Samuele Milleri, non esita a sedurla pur di ottenere possesso di  Bosco Bianco... purtroppo però gli affari sono affari ma al cuore non si comanda per cui succede ciò che non doveva proprio capitare: Giorgio si innamora di Maya, salta la compravendita e viene licenziato....  ma l' amore nonostante i sotterfugi non può finire con un semplice "the end" e il tempo non sempre sana i mali di cuore.... Maya darà una nuova opportunità al loro rapporto?

Un bellissimo romanzo dove non mancano poesie, citazioni, scritte varie e bellissimi monologhi di diversi autori di successo.

Certe volte cerco in un libro, frasi che mi colpiscono, ma qui non c'è pagina che non sia poesia, non c'è frase che non mi dia emozioni, tutto il libro è un dolcissimo sonetto che ti spinge a leggerlo bene per non perdere nessuna strofa....e farci capire che l' amore ha 1000 modi di mostrarsi ma una sola opportunità di capirsi. Leggetelo è bellissimo!

 

ACQUISTALO QUI