L’eredità dello stregone di Roberta Fierro – BLOG TOUR

16 Novembre 2020 0 Di rosa78gervasi
Book Cover: L'eredità dello stregone di Roberta Fierro - BLOG TOUR

MESSAGGIO DEL LIBRO

Carissimi Book Lovers, oggi il blog partecipa al Blog Tour del nuovo romanzo di Roberta Fierro "L'eredità dello stregone", in collaborazione con la casa editrice La Ruota Edizioni.

 

Scheda Tecnica

  • Titolo: L'eredità dello stregone
  • Autore: Roberta Fierro
  • Data di Pubblicazione: 17 Agosto 2020
  • Genere: Fantasy
  • Casa Editrice: La Ruota Edizioni
  • Pagine: 352
  • ACQUISTALO QUI: AMAZON

 

Sinossi

“L’eredità dello Stregone” è un romanzo ambientato nella caratteristica cittadina di Fife, in Scozia, un luogo meraviglioso che non sa di custodire la città subacquea di Aires.
Aires è un posto speciale, in cui si accede attraverso un Portale al di sotto del Forth Bridge, e che ospita le due fazioni magiche: la stregoneria e la magia.
All’interno di Aires vige una gerarchia: al vertice ci sono gli Anziani, i più antichi, seguiti dai Sommi, coloro che nascono dall’unione di due persone dotate di poteri; poi vi sono i Sacerdoti, coloro che nascono da un solo genitore con poteri; gli Ereditari, coloro che ereditano la magia dopo generazioni, e infine ci sono i Solitari, coloro in cui la magia nasce da sola, senza vincoli di sangue.
Alistair Bright, un Sommo, e Camille Flaurebart, una Solitaria, sono due giovani diplomandi, che si apprestano a presenziare alla Cerimonia di Consacrazione, che decreterà il loro posto nella fazione e il ruolo che eserciteranno in essa: Veggenti, Protettori o Cacciatori.

I due ragazzi sono cresciuti insieme e sono migliori amici da sempre, ma qualcosa nel loro rapporto rischia di incrinarsi nel momento in cui Camille rivendica le proprie libertà, stanca delle continue premure eccessive di Alistair, che la tratta come se potesse rompersi in mille pezzi.

Tutto passa in secondo piano però, quando una visione preannuncia un futuro disastroso per la città di Aires, che rischia di cadere nelle mani dei Demoni.

In un clima teso e pericoloso, l’arrivo di Maya ed Elliott nella Comunità di Aires, porta a galla nuove verità. Maya è in cerca di suo padre da diversi anni, è cresciuta senza sapere chi fosse, ma nel momento in cui incontra Elliott scopre di non essere la sola in grado di utilizzare la magia. La scoperta dell’esistenza di Aires e dell’identità di suo padre, la metteranno a dura prova, ma con la sua inesauribile caparbietà, Maya riuscirà ad affrontare la cruda realtà

Davanti alla minaccia del futuro, questi quattro ragazzi uniranno le forze per combattere e salvare coloro che amano.

Un nemico antico, imprigionato da un potente sigillo, tornerà dal regno dei Demoni per vendicarsi di un torto subito.

Ci riuscirà?

La battaglia contro il male avverrà a colpi di incantesimi, viaggi nel tempo e straordinarie visioni.

 

Messaggio del libro:

“L’eredità dello stregone” è un Urban Fantasy, che richiama tante tematiche attuali, tra cui il sentirsi inadatti e non accettati da chi dovrebbe invece accoglierti. Camille infatti, viene trattata dai suoi simili come una persona inferiore, solo perché lei non è frutto di una discendenza magica.

Ma chi decide il grado di diversità? La magia è l’elemento che accomuna tutti gli Stregoni e i Maghi, indipendentemente dal loro sangue. L’autrice vuole farci capire così, che lì dove notiamo le differenze, ci dimentichiamo di tutto ciò che invece ci rende simili e bellissimi.

Un’altra tematica affrontata nel romanzo è sicuramente l’importanza di valori quali la fiducia, la gentilezza e l’onestà. Alistair ha problemi ad affidarsi agli altri, così come la giovane Maya, ma entrambi compiono un percorso che li porta a comprendere che nella vita bisogna affidarsi a qualcuno, che contare solo sulle proprie forze non è sempre la scelta migliore.

La storia dei quattro protagonisti si interseca, capitolo dopo capitolo, permettendo al lettore di capire quanto l’amicizia e l’amore siano il fuoco che accende la scintilla dell’esistenza. Senza amici, senza persone su cui contare, senza l’amore della nostra famiglia, il male diventa difficile da battere, ma quando permettiamo alla luce di entrare nei nostri cuori, tutto diventa possibile.

La Stregoneria e la Magia, da sempre avversarie, ma comunque complementari, in questa storia rappresentano il male e il bene che convivono in ognuno di noi. Come direbbe Alistair: “Non esistono buoni o cattivi[...]è solo ciò che vuoi vedere, ma non è così che stanno le cose.”

Approfondimento sui personaggi:

- Alistair Bright: (Prestavolto Giancarlo Commare)

Alistair è il classico dongiovanni: non gli importa di nulla se non di conquistare qualunque ragazza gli capiti a tiro. È alto, snello, con una capigliatura ribelle e castana, ha occhi d’ambra, capaci di sciogliere interi ghiacciai.

Figlio di Saphine e James, ha perso il padre quando era ancora in fasce. Lui è un Sommo, nato dall’imprevedibile accoppiata di una Maga e uno Stregone.

Ha venti anni e un sorriso da favola. Finge che la sua vita sia dedita al divertimento e alle belle donne, ma in realtà Alistair cela un animo buono e generoso, che non è ancora pronto a condividere con gli altri. Per lui è più facile mostrare il suo sarcasmo pungente, piuttosto che le fragilità che nasconde nel proprio cuore.

Nonostante la sua innegabile strafottenza, farebbe di tutto per le persone che ama, in particolare per sua madre e la sua migliore amica, Camille.

 

- Camille Flaurebart: (Prestavolto Florence Pugh)

Camille è una ragazza di diciotto anni, fragile e di una dolcezza disarmante. È buona, pura, nonostante la Comunità di Aires l'abbia sempre fatta sentire inferiore.
Lei infatti, è una Solitaria, una persona dotata di poteri magici senza vincoli di parentela. La sua magia è sbocciata dentro di lei come un piccolo fiore, che però gli altri si sentono in dovere di calpestare.

Ha splendidi capelli biondi e lunghi, che ondeggiano in curve dorate, due occhi azzurri che parlano più delle parole e ha una corporatura esile e minuta.

È stata adottata dalla Maga Saphine, dopo che un Ereditario l’ha salvata dalla clinica nella quale i suoi genitori l’avevano rinchiusa, incapaci di comprendere lo straordinario dono della magia.
È la migliore amica di Alistair, con il quale è cresciuta condividendo lo stesso tetto, ma sogni completamente diversi.
La Cerimonia di Consacrazione è per lei il momento perfetto di dimostrare a tutti di che pasta è fatta. Davanti alle difficoltà, Camille solleva gli occhi e combatte.

 

- Elliott Chesterfield: (Prestavolto Austin Butler)

Elliott è un perfetto gentiluomo di ventuno anni, sempre impeccabile nei suoi completi eleganti e sofisticati. Lui è un Ereditario, un ragazzo che ha ereditato la sua magia dopo diverse generazioni, ma che ha perso la sua famiglia in un tragico attacco di Demoni ed è stato salvato dal Capo degli Stregoni.

Ha una fluente chioma biondo cenere e due occhi neri attraversati da sfumature grigio perla; è di altezza media e ha un fisico asciutto. La sua capacità di saper ascoltare e consigliare, è una dote del tutto naturale, che lo rende davvero impossibile da odiare. È uno Stregone di Aires, capace di attingere energia dall’oscurità e proteggere chi ne ha bisogno. Uno dei suoi compiti principali è quello di scovare le nuove fonti di energia e condurle nella città di Aires, dove possono essere addestrate e rendersi utili alla Comunità.

 

- Maya Cohen: (Prestavolto Saoirse Ronan)

I lunghi capelli verde smeraldo di Maya sono una delle sue caratteristiche più stravaganti. Lei è una diciottenne sveglia, piena di determinazione e in cerca di risposte. Sono anni che viaggia per il mondo in cerca di suo padre. Dopo un attacco feroce di Demoni, che le ha portato via in un solo colpo la madre e la nonna, Maya è partita alla ricerca della sua vera identità con in mano una lettera e un potere immenso dentro di lei, che non è sicura di saper controllare.

Per paura di ferire qualcuno, si è chiusa in se stessa e ha imparato a fare affidamento soltanto sulle proprie forze. Non ama il contatto fisico e cerca di mascherare la sofferenza e il disagio dietro i suoi imperscrutabili occhi acquamarina. Non ha idea di chi sia o di cosa sia capace di fare, ma l’incontro con Elliott e l’arrivo ad Aires, cambieranno per sempre il corso della sua vita.

Nota dell'autrice

Roberta Fierro, per tutti Robs, è da sempre appassionata del genere Fantasy. Licia Troisi è stata un’ispirazione per la sua fantasia! Ama i libri più di qualsiasi altra cosa al mondo e non pensava che sarebbe stata capace di scriverne uno. Ha iniziato a dedicarsi alla scrittura grazie all’incoraggiamento degli amici, che sostenevano avesse un certo talento e un’immaginazione sconfinata. A causa di vari problemi di salute, non ha vissuto una bella adolescenza, trascorsa soprattutto tra ospedali e diversi episodi di bullismo, ma questo le ha dato la forza di trovare nella scrittura il suo luogo sicuro.

Scrive da ormai dodici anni e il suo mondo è fatto di libri, parole e musica.

Sua nonna è stata una delle prime persone a credere nel suo sogno di scrivere un libro, per questo motivo Roberta ha una H tatuata dietro al collo, l’iniziale del nome di sua nonna, Hannelore.

Oltre alla scrittura, coltiva la passione per le serie tv, il canto e la lettura. Ama tutte le sfumature del blu ed è golosissima di dolci. Legge di tutto, ma i suoi generi preferiti sono il Fantasy, il Romance e il Distopico. Ha una gatta di nome Bijou, che le fa sempre compagnia durante la stesura di un nuovo romanzo, è la sua ombra, la sua compagna fedele.